Baciare fa bene, ecco cosa succede nel nostro corpo quando baciamo

Forse non sapevate che baciare la persona amata non solo è piacevole, ma fa anche bene al nostro corpo e alla nostra psiche: ecco perché non smetteremmo mai di farlo

Un bacio è sempre un bacio, ma può essere anche molto di più. Un gesto di tenerezza, un istinto passionale capace di scatenare reazioni biologiche e psicologiche, certamente un modo potentissimo di entrare in relazione con un'altra persona e comunicare i sentimenti in modo non verbale.

Amore, ma non solo: un bacio può esprimere sensazioni diverse a seconda del momento, del contesto culturale, della fase di una relazione. Secondo una ricerca americana, il 19% degli uomini e il 66% delle donne hanno chiuso una storia d’amore perché il partner era un pessimo baciatore.

Il bacio accomuna certamente tutti gli esseri umani e tutti dovremmo conoscere quali reazioni si scatenano nel nostro corpo con un bacio, perché baciare sia un’attività così piacevole e mille altre curiosità sul bacio.

Ecco alcune cose che forse non sapevate.

Cosa succede al corpo quando si bacia

Quando baciamo qualcuno, ci sentiamo euforici perché nel nostro corpo salgono bruscamente le endorfine, molecole del benessere, per ordine dell’ipotalamo e dell’ipofisi. Anche altre sostanze entrano in circolo, fra cui dopamina, ossitocina, serotonina e adrenalina, tutte corresponsabili di farci sentire eccitati, felici, elettrizzati. Così anche il cuore pompa il sangue più velocemente, ecco perché le guance si fanno calde e rosse con i vasi sanguigni dilatati, il respiro si fa più affannoso, il cervello ha ricevuto una dose extra di ossigeno. L’ossitocina ci spinge a desiderare di riprendere a baciarsi.  

Cosa succede alla mente quando si bacia

Gioia e felicità pervadono ogni angolo della mente, perché il desiderio di baciare è legato, in ultima analisi, al piacere della suzione, esattamente come abbiamo fatto da piccoli con il seno della mamma. Ci sentiamo più disinibiti. Il desiderio del contatto con quella persona aumenta e scatta in breve l’attaccamento, cioè il desiderio che quella persona sia tutta e solo per noi. Il desiderio di ripetere l’esperienza del contatto con le labbra è dunque molto forte e ci porta a desiderare una maggiore intimità con la persona baciata. 

Perché non si smetterebbe mai di baciare

Durante un bacio appassionato, aumenta la produzione di dopamina, un neurotrasmettitore che produce in noi un senso di esaltazione e ci spinge a ripetere l’azione che ci procura piacere; inoltre, il bacio stimola l'attività cerebrale, perché le sensazioni elaborate sono tantissime: l’odore del partner, il suo sapore, come si muove, come ci tocca, la sua voce.

Il bacio rafforza il sistema immunitario

Quando ci baciamo, scambiamo con il partner da 10 milioni a 1 miliardo di batteri; studi scientifici hanno dimostrato che questa esposizione ai batteri, ma anche ai virus, promuove la produzione di nuovi anticorpi. In altre parole: chi si bacia regolarmente ha meno probabilità di ammalarsi. Ma occhio a non baciare troppe persone diverse!

Il primo bacio non si dimentica mai

Il primo bacio con la persona amata rimane un ricordo per sempre. L’emozione del momento, il luogo in cui è avvenuto, persino l’abbigliamento che avevamo quel giorno rimangono fissi nella mente per sempre. Addirittura, secondo alcune ricerche, la maggioranza di noi ricorda fino al 90% dei dettagli del primo bacio romantico anche se sono trascorsi molti anni.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Umbria, tragico schianto in moto: Francesco muore nell'incidente

  • Dramma in via Canali, donna di 49 anni trovata morta in un parcheggio

  • Incidente lungo la E45, 23enne in gravissime condizioni: è in prognosi riservata

  • Perde il controllo del ciclomotore e finisce a terra, muore a 43 anni

  • Family Day Perugia, il cattolico Fora non firma il manifesto e accusa: "Chi sta con Salvini non può dirsi cristiano"

  • Quando Bob Dylan, a Perugia, perse l’amore

Torna su
PerugiaToday è in caricamento