Avis Magione, le donazioni di sangue aumentano a colpi di "like" sui social network

Il Consiglio direttivo dell'associazione magionese crede fortemente nell'importanza dei messaggi lanciati attraverso i canali social, che vengono curati e aggiornati quotidianamente

A Magione l'Avis locale registra, nell'anno della pandemia, una crescita delle donazioni di sangue. La crcescta appare incredibilmente legati a quella della presenza sui social network, dove la sezione magionese dell'associazione dei donatori di sangue ha superato quota 2400 Followers, sommando i 1700 di Facebook ed i 700 di Instagram. È proprio qui che si sviluppa il cuore dell’attività promozionale dell’Associazione, presente ogni giorno sulle due pagine con post, foto e video che ne scandiscono le giornate.

Le Storie Instagram sono uno dei vettori principali del messaggio, e in occasione del decennale della piattaforma, nata il 6 ottobre 2010, la pagina @avismagione è stata arricchita con una nuova sezione dedicata alle “Storie in evidenza”, ognuna personalizzata con il proprio hashtag nel campo indicato. Tra questi: #sharetheblood (donatori di sangue), #gialloplasma (donatori di plasma), #paliodellasolidarietà (Rioni magionesi al Sit), #torreavis (illuminazione Torre dei Lambardi), #appavismagione (rilascio e gestione dell’App ufficiale) e #scrivonodinoi (articoli dei quotidiani sull’attività dell’Associazione).

Ad ispirare le tante attività virtuali di Avis Magione, la consigliera Giulia Contini: “Ormai nel 2020 ed ancor più in futuro, la comunicazione con i donatori passerà attraverso canali come Facebook e Instagram. Il consiglio Avis Magione ha preso da tempo questa strada ed ogni giorno 'ci mette letteralmente la faccia' nel trasmettere alle persone principi e valori della donazione, nel modo più moderno possibile. Il nostro modo di operare si basa anche e soprattutto su questo: essere in linea con i tempi che corrono, e comunicare agli associati in ogni modo possibile, senza ledere in alcun modo la privacy”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Anche il Presidente Roberto Taborchi è da sempre convinto delle grandi potenzialità dei social network, se usati nel modo giusto: “In un momento così difficile per le relazioni sociali ed in cui l’organizzazione di eventi è fortemente limitata, la promozione attraverso i social è ancora più indispensabile; nel periodo Covid-19 abbiamo puntato molto sull’hashtag #escosoloperdonare, trasformatosi al termine del lockdown in #escoancheperdonare. Possiamo stampare tutte le locandine che vogliamo, ma senza il contatto diretto con le persone il messaggio fatica a passare e la carta rischia di restare fine a sé stessa; crediamo quindi che i mezzi migliori per trasmetterlo siano la presenza in Accoglienza al Centro Trasfusionale, ed i nuovi strumenti di comunicazione. Siamo molto soddisfatti per come tanti donatori, anche di altre sezioni, stiano apprezzando la nostra App ufficiale, lanciata sullo Store il 14 giugno e scaricabile gratuitamente sia per iOs che per Android. Crescono ogni giorno le persone che ci contattano dopo aver ricevuto la notifica che le invita, allo scadere dei termini, a tornare a donare sangue o plasma; dopo quasi quattro mesi, possiamo dire che anche questo progetto ha preso la strada giusta, con oltre 300 downloads”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza regionale: centri commerciali e negozi chiusi la domenica. Tutti i provvedimenti

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 24 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 23 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 21 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 26 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 27 ottobre: tutti i dati comune per comune

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento