menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scuola, ritorno sui banchi per gli studenti umbri, ma l'obiettivo è rendere gli edifici sicuri: tutti i progetti

Riceviamo e pubblichiamo la lettera aperta dell'onorevole Giampiero Giulietti in merito al nuovo anno scolastico per gli studenti dell'Umbria

Riceviamo e pubblichiamo la lettera aperta dell'onorevole Giampiero Giulietti in merito al nuovo anno scolastico per gli studenti dell'Umbria

Il nuovo anno scolastico è oramai alle porte per le migliaia di studenti, docenti, dirigenti scolastici e personale Ata dell'Umbria. Quello che sta per iniziare sarà un anno strategico per molte delle scuole della nostra regione che saranno oggetto di importanti interventi di riqualificazione e di miglioramento sismico grazie alle risorse stanziate dal Governo in tema di edilizia scolastica.

Nello specifico, nell'ambito della Programmazione 2015 – 2020, attraverso i Mutui Bei, per la regione Umbria, sono stati finanziati 32 progetti di ristrutturazione, miglioramento, messa in sicurezza, adeguamento sismico ed efficientamento energetico, per un totale di 19 milioni di euro di finanziamenti; sono stati poi individuati 5 progetti per le scuole innovative, per una disponibilità complessiva di 8,5 milioni di euro mentre sono ancora in corso le operazioni per la ripartizione delle risorse e la definizione dei criteri di selezione per la costruzione di nuove scuole per un disponibilità di 9 milioni di euro di risorse Inail. Altri fondi in arrivo sono quelli per la Buona scuola destinati alla costruzione di poli per l'educazione e l'istruzione dai zero ai 6 anni e le risorse per la vulnerabilità sismica degli istituti scolastici che in Umbria interessano 290 edifici.

Insomma, a partire da quest'anno l'Umbria avrà a disposizione una mole cospicua di risorse finanziarie da destinare alla sicurezza degli edifici scolastici che renderà ancora più sereno l'avvio di questo nuovo anno scolastico.

Grazie al lavoro dei Governi Renzi e Gentiloni, il nostro Paese è tornato ad investire sull'istruzione, favorendo gli interventi di messa in sicurezza e riqualificazione degli edifici scolastici e stanziando risorse finalizzate alla stabilizzazione del personale docente e all'ampliamento dell'offerta formativa.

Sicurezza degli edifici scolastici e qualità della didattica sono infatti le basi su cui si costruisce una buona scuola, quella che l'Umbria può di certo vantare grazie alle risorse stanziate negli ultimi anni dai Governi guidati da Renzi e Gentiloni, grazie all'impegno della Regione Umbria e soprattutto grazie al lavoro quotidiano di tanti docenti, dirigenti scolastici ed amministrativi. A loro e a tutti gli studenti umbri che il 13 settembre torneranno sui banchi dopo la pausa estiva vanno i miei più sinceri auguri per un proficuo anno scolastico.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, Assisi in lutto: è morto Mauro Venarucci

Attualità

Coronavirus in Umbria, vaccini anche in farmacia: c'è l'accordo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento