rotate-mobile
Rubriche

SCHEGGIA di Antonio Carlo Ponti | La memoria è l’arma del ricordo e la vestale del passato

Se uno domanda ex abrupto, cioè all’improvviso quali sono i 7 Colli di Roma, uno su 5 risponderebbe subito elencandoli tutti e 7: Aventino, Celio, Capitolino, Esquilino, Palatino, Quirinale, Viminale. Io, per dire, non son mai riuscito a citare tutti e 7 Nani di Biancaneve creati dai Fratelli Grimm. Eccoli: Dotto, Cucciolo, Eolo, Brontolo, Pisolo, Mammolo, Gongolo. Ricordo, tanto per restare sul pezzo, che non mi entrava in zucca Brontolo, roba da andare in analisi. Eh sì la memoria è una bell’arma, per restare giovani di testa anche se la prostata t’importuna (epigramma sul tema: «Oh! la prostata dèspota / Oh! la dispotica prostata / Oh! il furor prostaticus / Ma perché prostata fa rima con apòstata?») e dalle mani ti casca tutto. Il tatto langue. La vista smoscia. L’udito balla. L’olfatto fugge. Il gusto sbadiglia. Lussuria in esilio. Avarizia rantola. Accidia assedia. Superbia trionfa. Resta la gola. Una volta, ero giovane e baldo, e ribaldo, dissi d’un fiato i 7 re di Roma- Amor. Romolo. Numa Pompilo. Tullo Ostilio. Anco Marzio. Tarquinio Prisco. Servio Tullio. Tarquinio il Superbo. 

Oplà! La tragedia della vecchiezza è che scordi il letto, ossia quanto leggi ora, e ricordi frammenti di epoche morte o morenti. Termino queste bagattelle e pinzellàcchere, omettendo le navi dei Greci a Troia (n. 1.183, cfr il II libro dell’Iliade), con le 12 fatiche d’Ercole: uccidere il Leone di Nemea, uccidere l’Idra di Lernia, catturare il cinghiale di Erimanto, ripulire le stalle di Augia, disperdere gli uccelli dal lago di Stinfalo, catturare il Toro di Creta, rubare le cavalle di Diomede, rubare la cintura di Ippolita, rubare i buoi di Gerione, rubare i pomi d’oro del giardino delle Esperidi, portare Cerbero vivo a Micene. 

Volete con una un poco fastidiosa insistenza conoscere le 7 Meraviglie del Mondo Antico? Eccovi serviti sul coscio: Piramide di Cheope, Faro di Alessandria, Giardini pensili di Babilonia, Colosso di Rodi, Statua di Zeus a Olimpia, Mausoleo di Alicarnasso, Tempio di Artemide a Efeso. Se Ercole era un gran ladro (per volere degli dèi) qui da noi ci sono fior di ladroni per volere di sé stessi e a volte a propria insaputa. Vero che vi piaccio?

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

SCHEGGIA di Antonio Carlo Ponti | La memoria è l’arma del ricordo e la vestale del passato

PerugiaToday è in caricamento