Rubriche

SCHEGGE di Antonio Carlo Ponti | Medice cura te ipsum

Nel mio vasto non sapere pensavo che la locuzione messa a titolo della “Scheggia” odierna fosse il solito latinorum o una assima che so di Galeno o della Scuola Salernitana. E invece è un pensiero di Luca (4, 23), l’evangelista con simbolo il bue. Ricordavo di lui: «Non devi guardare la pagliuzza nell’occhio del vicino e non vedere la trave che è nel tuo». L’umanità si accorge dei difetti nel prossimo nella bisaccia che ha davanti e non si avvede di quella piena dei propri difetti solo perché la tiene dietro sulla schiena. Uffa! tutto ’sto moralismo per raccontare che un cittadino probo si vaccina come io ho fatto lunedì alle 12 al Palazzetto dello Sport di San Marco, bello ma circondato da breccoli e polvere.

Sì, cittadino mon lecteur, mon sembable, mon frère, bada a curarti pur se non sei medico anche per quei medici no vax con la mente offuscata. Ho gioito quando l’impero di Zuckerberg si è fermato e lui (mistero per le mie meningi) ha perso sei miliardi di dollari. Alzi la mano chi digiuno di borsa ha capito. Confesso che dove l’ago salvifico s’è infilato mi duole un po’ ma a 86 autunni sto come la civetta sul comò che ha fatto l’amore colla figlia del dottore spero no vax. E debbo dire che il prof Carlo Cagini il 20 mi ha cambiato il cristallino e l’occhio destro non solo ci vede più limpido ma come scriveva il poeta Paul Claudel ascolta pure. 

E mi son fatto cacciare come da una barrique un po’ di sangue e ho raccolto urine per 24 ore e sono andato dal dentista. Insomma cura te ipsum anche se sei soltanto un pensionato umanista. I care, ci tengo, ho a cuore, penso all’altro/a, non sono indifferente perché sto toto corde con quel grande italiano che risponde al nome glorioso di Antonio Gramsci: «Odio gli indifferenti. Credo che vivere voglia dire essere partigiani. Chi vive veramente non può non essere cittadino e partigiano. L’indifferenza è abulia, è parassitismo, è vigliaccheria, non è vita. Perciò odio gli indifferenti. L’indifferenza è il peso morto della storia». Ma io vaccinato e solerte sono cittadino e partigiano fino in fondo?

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

SCHEGGE di Antonio Carlo Ponti | Medice cura te ipsum

PerugiaToday è in caricamento