Martedì, 26 Ottobre 2021
Rubriche

PERUGINERIE Patrizia Cenci, con la complicità di Michele Patucca, ci regala Mina e i Rockers alla Bussola negli anni 60

Un filmato, ancora inedito, girato dallo stesso compositore e chitarrista Cenci ci racconta un come eravamo

Patrizia Cenci, con la complicità di Michele Patucca, ci regala Mina e i Rockers alla Bussola negli anni 60. Un filmato, ancora inedito, girato dallo stesso compositore e chitarrista della Conca, ci racconta un come eravamo alla Bussola di Bernardini [(103) Mina alla Bussola | Filmato amatoriale 8mm - INEDITO (1960) - YouTube]. La parte relativa alla Tigre di Cremona è stata girata dallo stesso Mario che amava riprendere amici e colleghi in action. Ricordiamo il recente, prezioso filmato sui Beatles [Dimmi com’erano i Beatles: il raro filmato girato dal perugino Mario Cenci a Roma per il concerto del 1965 (perugiatoday.it)] che Michele ha restaurato alla perfezione.

Mina-2Nel filmato che ora proponiamo si registra una serata di musica, spettacolo, intrattenimento. Presentatori e animatori della serata due “Paoli”: Panelli e Ferrari, attori di gran classe e intelligenza, capaci di far ridere e sorridere in modo complice ed educato. Ad accompagnare Mina al pianoforte, il M° Tony De Vita e un contrabbasso. Molti, in sala, i personaggi del milieu artistico musicale e televisivo. Fra essi il regista Antonello Falqui e il M° Bruno Canfora, ripresi probabilmente dallo stesso Cenci. Quando la camera inquadra i Rockers, è certamente in mano a un amico: lo si desume dagli sguardi d’intesa e dal tono amichevolmente scherzoso assunto dal nostro Mario. 

“Come suo costume – ci racconta la figlia Patrizia – papà mette a punto lo strumento, prova il pedalino dello ‘uaua’. Fa, insomma, quello che oggi si chiama sound check prima dello spettacolo”. “Alla Bussola – aggiunge – Peppino di Capri e i Rockers furono contrattualmente legati per tutta l’estate del 1960. Papà incontrò, ed entrò in amicizia, coi massimi esponenti del mondo musicale internazionale, anche del jazz. Vi suonarono, tra gli altri, Louis Armstrong, Chet Baker e altri mostri sacri del pentagramma”.

“Quello fu l’anno di ‘Nessuno a mondo’, che la stessa Mina riprese alla grande. Mina era già Mina, non più Baby Gate, e si proponeva in modo professionale e sicuro”, suggerisce Patrizia. Il filmato è muto, trattandosi di un formato super otto, ed assume anche un valore storico-antropologico. Si notino le pettinature cotonate, le gonne a palloncino, le giacche in lamé, i microfoni Semprini… tutti elementi che si pongono come fedele specchio di mode e modi allora in voga in quei “meravigliosi” anni del boom economico e della musica italiana di livello internazionale.

Grazie, Patrizia, a te. Grazie al tuo grande papà Mario, cui il Comune di Perugia ha meritoriamente intestato una strada. Anche se, per scarsa attenzione (non dico peggio), l’inaugurazione, a lungo attesa, tarda inspiegabilmente ad arrivare. Quando giungeremo a tagliare quel nastro? La città, i familiari, gli amici, gli estimatori aspettano speranzosi. Presto che è tardi!

Mario Cenci alla Bussola (1960)-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

PERUGINERIE Patrizia Cenci, con la complicità di Michele Patucca, ci regala Mina e i Rockers alla Bussola negli anni 60

PerugiaToday è in caricamento