rotate-mobile
PROVINCIA Spoleto

La messa in prova non equivale ad un condono della pena: 50enne italiano non rispetta le regole e viene rispedito in cella

L'uomo deve scontare oltre 6 anni per associazione per delinquere e reati collegati agli stupefacenti

Deve scontare oltre 6 anni di carcere, rintracciato e arrestato dagli agenti del Commissariato di Spoleto. I poliziotti hanno eseguito un provvedimento del giudice con il quale si dispone la cessazione della misura alternativa dell’affidamento in prova al servizio sociale nei confronti di un italiano di 51 anni, condannato in stato di libertà alla pena di 6 anni, 3 mesi  e 7 giorni di reclusione, derivante dal cumulo delle pene comminate per i reati di associazione a delinquere, violazione della legge sugli stupefacenti, reati contro il patrimonio e violazione delle misure di prevenzione.

L’uomo era stato ammesso all’affidamento in prova al servizio sociale, ma la violazione ripetuta delle prescrizioni impartite dal magistrato di Sorveglianza ha spinto l’Ufficio di Sorveglianza di Spoleto a disporne la sospensione provvisoria, con accompagnamento in carcere. Gli agenti hanno rintracciato l’uomo provvedendo al suo immediato arresto e al trasferimento al carcere di Spoleto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La messa in prova non equivale ad un condono della pena: 50enne italiano non rispetta le regole e viene rispedito in cella

PerugiaToday è in caricamento