PROVINCIA Città di Castello

Tenta di derubare il vicino di casa, ma viene preso a martellate e condannato

Città di Castello, un 41enne ha cercato di estorcere denaro ad un anziano, ma la vittima si è difesa

Prende a calci e pugni il vicino di casa ottantenne per estorcergli dei soldi e viene condannato a due anni e otto mesi di carcere.

L’uomo, un 41enne tunisino difeso dagli avvocati Donatella Panzarola e Christian Giorni, l’8 settembre del 2021 aveva aggredito il vicino di casa che si era rifiutato di consegnargli del denaro. Lo straniero aveva sfondato la porta di casa e poi aveva colpito l’uomo con calci e pugni, ma la vittima si era difesa con un martello di gomma, colpendo l’aggressore alla testa. Dopo essersi liberato dell’aggressore, l’anziano aveva chiamato i Carabinieri.

L’episodio era avvenuto nella zona di Madonna del Latte a Città di Castello. I Carabinieri erano giunti sul posto e avevano trovato l’aggressore ancora in casa, arrestandolo.

Il sostituto procuratore aveva chiesto 4 anni di reclusione, ma il giudice ha condannato l’uomo con il rito abbreviato a due anni e 8 mesi per estorsione, violazione di domicilio e lesioni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tenta di derubare il vicino di casa, ma viene preso a martellate e condannato
PerugiaToday è in caricamento