rotate-mobile
PROVINCIA Spoleto

Biblioteca Carducci di Spoleto: un punto di riferimento nella vita culturale e sociale della città

Incontri con la cittadinanza per migliorare i servizi bibliotecari

La recente riunione partecipativa per la Biblioteca comunale Carducci di Spoleto ha generato una serie di idee innovative per migliorare e rinnovare i servizi e gli spazi. Tra le proposte emerse vi è la riapertura del bar, il potenziamento della rete wifi e l’utilizzo di spazi esterni per attività culturali e ricreative. 

Si prevede l’istituzione di laboratori artigianali, aree per proiezioni visive, musica e ascolto, oltre a sessioni di giochi di ruolo e da tavolo e spazi dedicati al fumetto.
L’ampliamento degli orari di apertura e convenzioni speciali per il parcheggio sono altre iniziative proposte. 

L’incontro ha visto la partecipazione di oltre 80 persone, tra cittadini e rappresentanti di associazioni, che hanno collaborato con l’amministrazione comunale, la dirigente Roberta Farinelli e la responsabile della biblioteca Carla Cesarini, sotto la guida dell’esperta Antonella Agnoli. 

Questo processo collaborativo mira a trasformare la Biblioteca Carducci in un punto di riferimento culturale e aggregativo, un luogo di conoscenza e di scambio di esperienze, in linea con le tendenze innovative che stanno ridefinendo il ruolo delle biblioteche nella società contemporanea. 

Le idee e l’interesse mostrato dai partecipanti, in particolare dai giovani, sono stati elogiati dalla dirigente Farinelli come un prezioso contributo al progetto di rinnovamento: “I giovani rappresentano un serbatoio prezioso di concetti e di elaborazioni per aiutarci a disegnare insieme la biblioteca e farla diventare sempre più un punto di riferimento nella vita culturale e sociale della città”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Biblioteca Carducci di Spoleto: un punto di riferimento nella vita culturale e sociale della città

PerugiaToday è in caricamento