rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
PROVINCIA Marsciano

Marsciano, controllo di vicinato e nuovo sistema di videosorveglianza per aumentare la sicurezza

L’amministrazione al lavoro per coordinare la nascita dei primi gruppi di cittadini che effettueranno controllo di vicinato. In corso di implementazione la nuova rete di telecamere che sarà operativa entro metà febbraio

Controllo di vicinato e nuove telecamere di sorveglianza per aumentare la sicurezza reale e quella percepita. "Sono in fase di attuazione – spiega il sindaco di Marsciano Francesca Mele – due importanti progetti che faranno fare un salto di qualità al livello di sicurezza sul nostro territorio comunale. Si tratta di iniziative, il controllo di vicinato e la realizzazione di un nuovo e articolato sistema di videosorveglianza, sulle quali l’amministrazione è al lavoro fin dall’inizio del suo mandato e che ora arrivano a compimento. Entrambi i progetti saranno operativi nel corso delle prime settimane del 2023".

Il controllo di vicinato, il cui regolamento è stato approvato dal consiglio comunale lo scorso maggio, è uno strumento per la prevenzione della criminalità e prevede il coinvolgimento attivo di cittadini, che si organizzano in gruppi su tutto il territorio comunale ed in particolare sulle frazioni, per coadiuvare il lavoro delle forze di polizia attraverso la segnalazione, veloce e organizzata, di situazioni anomale che possono generare apprensione e allarme. I gruppi di controllo di vicinato sono quindi chiamati ad alzare il livello di attenzione su ciò che accade nel territorio e a trasferire alle forze dell’ordine eventuali informazioni e segnalazioni utili, in modo da rendere meno appetibili determinati obiettivi per furti e altri reati occasionali.

La nuova rete di videosorveglianza, che sarà operativa per la metà di febbraio 2023, è al momento finanziata con un contributo del Ministero dell’Interno, attraverso il progetto Scuole Sicure per 9.500 euro circa, e con uno stanziamento da bilancio del Comune per un importo di circa 23mila euro.

"Il Comune – spiega il consigliere Giorgio Montagnoli – parteciperà a breve ad un bando per il reperimento di ulteriori risorse da destinare al progetto. Inoltre, stiamo lavorando all’attivazione di collaborazioni attraverso cui portare all’interno del sistema di videosorveglianza anche impianti privati, quali quelli, ad esempio, di banche, aziende ed attività commerciali, con i quali andare quindi ad estendere la capillarità del monitoraggio su tutto il territorio".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marsciano, controllo di vicinato e nuovo sistema di videosorveglianza per aumentare la sicurezza

PerugiaToday è in caricamento