PROVINCIA Norcia

Ricostruzione a Norcia, un altro segnale verso la normalità: la Farmacia Centrale lascia il container

Il presidente dell'Ordine dei farmacisti Orlacchio: "Modello per tutti noi da cui dobbiamo trarre un insegnamento fondamentale: Anche l’impossibile diventa fattibile"

Riapre dopo 8 anni in un container la Farmacia Centrale di Norcia che non solo ha dovuto affrontare le conseguenze del terremoto del 2016, ma anche la drastica riduzione di clientela, dovuta al trasferimento, spesso senza ritorno, della popolazione terremotata verso altri Comuni o regioni e al crollo dei visitatori, per assenza di strutture ricettive senza danni, in un Comune a forte vocazione turistica.

Le farmacie terremotate sono state chiamate ad essere punto focale nel fronteggiare l’emergenza Covid, senza locali e spazi adeguati su cui poter contare. La storia della “ Farmacia Centrale” di Norcia è un modello per tutti noi da cui dobbiamo trarre un insegnamento fondamentale: Anche l’impossibile diventa fattibile, se armati di passione e forte dedizione alla professione.

Il recente insediamento, nei rinnovati locali locali storici, ridà finalmente vita al centro storico della città; la farmacia ha nuovi spazi espositivi, ma soprattutto locali idonei per mettere a disposizione della comunità locale, notoriamente lontana da grandi città, le nuove attività legate alla farmacia dei servizi.

Il presidente dell’Ordine dei Farmacisti di Perugia, Filiberto Orlacchio, in visita nel territorio nursino, rivolge  i migliori auguri alle colleghe ed ai cittadini di Norcia e ci tiene a rendere noto, che questi ultimi,  non sono solo visibilmente “curiosi” di visitare i nuovi locali, ma molto soddisfatti dei nuovi servizi offerti, di cui possono ora usufruire, parimenti alle altre realtà. Purtroppo, Il Presidente Orlacchio, è chiamato a prendere atto, che l’altra farmacia di Norcia, è costretta, ancora, a svolgere la propria attività nel container dal terremoto 2016.

Il presidente rivolge quindi l’invito alle Istituzioni a velocizzare al massimo i lavori di ricostruzione, al fine di garantire, anche ad un’ altra  colonna portante della città, servizi adeguati ai bisogni del momento. Sarà cura del Presidente Orlacchio iniziare da subito a mettersi in contatto con le neo elette figure preposte alla ricostruzione, al fine di assicurare le migliori condizioni di lavoro possibile ai farmacisti che è tenuto a tutelare.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ricostruzione a Norcia, un altro segnale verso la normalità: la Farmacia Centrale lascia il container
PerugiaToday è in caricamento