PROVINCIA

Magione, avanza il cantiere che collega e rilancia i castelli del Trasimeno: cultura, ambiente e turismo

Cresce giorno dopo giorno il progetto materiale di valorizzazione turistico-culturale dei borghi storici denominato “La cintura dei castelli” a Magione finanziato con i fondi comunitari assegnati all’Unione dei Comuni del Trasimeno attraverso lo strumento ITI (Investimento territoriale integrato) Trasimeno. Un intervento di riqualificazione architettonico-infrastrutturale attualmente in corso per l'area urbana di Monte del Lago, Montecolognola e San Savino oltre che saranno collegati tra loro da percorsi tematici finalizzati alla messa in rete del patrimonio culturale e paesaggistico.

La costa est del Trasimeno si caratterizza infatti, più di ogni altra zona circumlacuale, per la presenza di una capillare rete insediativa, storicamente ben qualificata, dove si percepisce ancora chiaramente il risultato dei fenomeni di incastellamento che hanno caratterizzato il Medioevo rurale del territorio. .

Attraverso l’installazione di un sistema di segnaletica  interattiva e multimediale dotata di Qr Code e chip contactless, audioguida multilingua e contenuti kids friendly appositamente destinati ai più piccoli – ha poi spiegato –, i monumenti, gli attrattori e i diversi punti di interesse diventano parte di uno storytelling fatto di innovazione esperienziale e accessibilità, proponendo una lettura sistemica dei territori e la costruzione di specifici itinerari di visita.  Un intervento capace di incidere direttamente sulla percezione e sulla consapevolezza del patrimonio culturale diffuso, grazie anche all’utilizzo della realtà aumentata e di virtual tour dei luoghi solitamente chiusi o non sempre accessibili (ad esempio le chiese), ma anche in grado di offrire servizi e strumenti utili durante l’intero tourism life cycle (pianificazione, fruizione, feedback).

Un’esperienza che, partendo dalla cintura dei castelli di Monte del Lago, Montecolognola e San Savino, potrà proficuamente essere esportata su altri contesti, e che potenzia la strategia di valorizzazione della rete museale locale Grand Tour Trasimeno, anch’essa sostenuta dall’assessore Agabiti.

Un’occasione preziosa di confronto e di proficua collaborazione istituzionale – ha commentato l’assessore Ruggeri –, a conferma di una comune strategia di sviluppo del territorio, in grado di progettare e mettere a sistema interventi coerenti con le sue specificità e la sua vocazione storica, culturale e turistica.”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Magione, avanza il cantiere che collega e rilancia i castelli del Trasimeno: cultura, ambiente e turismo
PerugiaToday è in caricamento