rotate-mobile
PROVINCIA Assisi

Litiga con lo zio per i lavori nel condominio e finisce per essere picchiato dal cugino

Gli agenti del commissariato di Assisi hanno denunciato un 36enne

Un lavoro di troppo all'impianto elettrico. Una domanda non troppo gradita, uno scambio di vedute che si è trasformata in lite. Ma le parole sono diventate fatti. Nonostante i protagonisti della discussione fossero parenti, nipote e zio. A cui si è aggiunto un cugino che ha pensato, secondo quanto riferito dalla questura, che il modo migliore per risolvere il contenzioso, fosse aggredire a botte il parente. Sfondando a calci il portone di casa, colpendolo alla testa mentre continuava a insultarlo e minacciarlo. E' stato necessario prima l'intervento della fidanzata e poi della polizia per riportare la calma. 

Secondo quanto ricostruito, zio e nipote 40enne avevano discusso per dei lavori elettrici nell'area condominiale effettuati dallo zio. Il nipote temeva che potessero comportare delle conseguenze per le sue utenze e lo aveva fatto presente al congiunto. Il confronto si era tramutato in una pioggia di insulti per il più giovane dei due, che aveva scelto di tornarsene a casa. Dove, come detto, è stato raggiunto dal cugino 36enne che, dopo essere entrato a forza in casa, lo ha aggredito. Anche l'intervento della fidanzata e poi degli agenti del commissariato di Asissi non è bastato a placare il 36enne che ha continuato a minacciare il parente. Dopo essere stato medicato, il 40enne ha sporto denuncia nei confronti dell'altro, acui vengono contestati i reati di lesioni personali e danneggiamento. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Litiga con lo zio per i lavori nel condominio e finisce per essere picchiato dal cugino

PerugiaToday è in caricamento