PROVINCIA Magione

Stop a cellulari, tablet e tv, un incontro per genitori che vogliono imparare a giocare con i figli

Appuntamento mercoledì 13 aprile alle ore 17 al nido comunale di Magione con le psicologhe Giada Cerquaglia e Anna Grazia Frascella con “Il gioco e la tecnologia”

Quante volte i genitori si interrogano sull’uso del tablet o del telefonino da parte dei figli piccoli? Un’altra domanda che tanti genitori si pongono riguarda il come giocare con i propri figli.

“Il gioco e la tecnologia. Come giocare con i propri figli, trascorrere del tempo di qualità con loro e gestire i tempi di utilizzo di tv, tablet e cellulare” è il tema della tavola rotonda sull’infanzia 0-6 organizzata presso l’asilo nido comunale Paperino di Magione, per mercoledì 13 aprile alle ore 17, e condotta dalle psicologhe Giada Cerquaglia e Anna Grazia Frascella.

Secondo Robert Bonini, coordinatore pedagogico dell’asilo nido comunale Paperino di Magione, “un servizio educativo di qualità deve promuovere e garantire anche momenti di confronto reciproco tra genitori ed esperti, specie in questa fase storica. Una tavola rotonda aperta ai genitori dei piccoli iscritti al Nido diventa in questo senso un’occasione preziosa, finalizzata alla condivisione con le famiglie di percorsi, metodi ed obiettivi educativi per favorire ed accompagnare la crescita del bambino”.

L’incontro è rivolto, quindi, alle famiglie dei piccoli iscritti al servizio e rientra a pieno titolo tra le iniziative pensate per creare momenti di confronto con le famiglie, con tempi e modalità relazionali che facilitino una reale collaborazione ed alleanza educativa per la crescita dei bambini, specie durante questi anni di pandemia.

“Quello del coinvolgimento delle famiglie nel progetto educativo e dell’apertura dello spazio nido ai genitori è uno degli obiettivi principali che l’amministrazione si è posta nella gestione del servizio - afferma Eleonora Maghini assessore al Sociale e all’Istruzione del Comune di Magione - Genitori non si nasce, ma si diventa, a volte sbagliando, confrontandosi con le altre famiglie, crescendo insieme ai propri bimbi giorno per giorno, ascoltando i suggerimenti degli esperti, in un reciproco scambio di conoscenze e esperienze. Questo alla base di questa interessante iniziativa e di quelle che si sono svolte e si svolgeranno durante l’anno educativo, finalmente in presenza, dopo tanto tempo in cui ci siamo dovuti incontrare dietro a uno schermo”.

“Ogni tavola rotonda rappresenta un prezioso momento di condivisione, di confronto, nonché uno spazio in cui fare domande ed avere delle risposte - sostiene Giada Cerquaglia - È uno strumento utile per tutti quei genitori che, quotidianamente, si ritrovano a dover gestire e affrontare momenti di criticità, faticando a cercare delle strade percorribili e funzionali alla loro risoluzione. Questi incontri danno la possibilità alle mamme e ai papà di portare esempi di vita concreti, ragionando insieme sugli interventi da poter adottare con i propri figli. Questo è l’obiettivo e da qui dobbiamo ripartire tenendo conto anche dell’impatto che la pandemia ha avuto sul sistema famiglia e sulle relazioni sociali. Le famiglie si sono trovate a dover riorganizzare la propria routine e gli spazi, affrontare le limitazioni e l’effetto che tutto questo ha avuto sul benessere psicologico. Lo scopo di questi incontri è riprendere da dove ci siamo lasciati, rispondere ai quesiti dei genitori aiutandoli a sviluppare metodi di comportamento e di educazione”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stop a cellulari, tablet e tv, un incontro per genitori che vogliono imparare a giocare con i figli
PerugiaToday è in caricamento