rotate-mobile
Domenica, 29 Gennaio 2023
PROVINCIA Assisi

In manette la banda degli scassinatori delle macchinette: il giudice convalida l'arresto e spuntano altri colpi

Assisi, le indagini dei Carabinieri stanno portando alla luce furti e ruberie commessi dai due fermati nei giorni scorsi

I Carabinieri della Compagnia di Assisi hanno arrestato, il 30 novembre, due uomini poiché colti nella flagranza di un tentativo di furto a una lavanderia automatica di Santa Maria degli Angeli.

Uno dei due è un trentenne originario della zona, mentre il secondo, di poco più giovane, ha origini siciliane, ma risiede da anni nell’assisano.

I due sarebbero stati fermati a Santa Maria degli Angeli mentre si allontanavano frettolosamente da una lavanderia automatica, dove avevano appena tentato di forzare la cassa automatica per prelevare le monete contenute all’interno. A farli desistere dal tentativo sarebbe stato l’allarme automatico dell’esercizio, che una volta scattato li avrebbe messi in fuga.

I Carabinieri hanno perquisito il veicolo, rinvenendo all’interno vari attrezzi da scasso, passamontagna per occultare il volto e diverse centinaia di euro in monete che, stando a quanto accertato nell’immediatezza, sarebbero state asportate da un’altra lavanderia automatica della zona di Petrignano d’Assisi.

In sede di udienza di convalida il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Perugia ha convalidato l’arresto e disposto la custodia cautelare in carcere per i due uomini.

Le indagini hanno permesso anche di contestare ai due altri furti, sia commessi sia tentati, avvenuti nella zona nel corso delle ultime settimane. Si sta ancora indagando su episodi analoghi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In manette la banda degli scassinatori delle macchinette: il giudice convalida l'arresto e spuntano altri colpi

PerugiaToday è in caricamento