Domenica, 21 Luglio 2024
PROVINCIA Città di Castello

Aree verdi attrezzate: investimento da 90 mila euro per nuovi giochi, arredi e manutenzione straordinaria in 30 siti comunali

Presentata anche la domanda per ottenere finanziamenti ministeriali con i quali installare 24 nuove telecamere di videosorveglianza nei parchi di San Pio X, Riosecco, Trestina e Cerbara.

Novantamila euro di investimento nelle circa 30 aree verdi pubbliche attrezzate del territorio comunale di Città di Castello per nuovi giochi e arredi e per la manutenzione straordinaria delle installazioni esistenti.  L’amministrazione ha avviato un restyling completo dei luoghi di ritrovo dei cittadini nel capoluogo e in tutte le frazioni con l’obiettivo di rendere più accoglienti e sicuri gli spazi che sono punti di riferimento per la socialità delle comunità del territorio.

Proprio al fine di tutelare il decoro urbano, oltre all’ordine pubblico, l’amministrazione comunale ha già presentato domanda per ottenere finanziamenti ministeriali con i quali installare 24 nuove telecamere di videosorveglianza nei parchi di San Pio X, Riosecco, Trestina e Cerbara.

Giochi Cassero-2

L’intervento di restyling è partito con un primo investimento di 35 mila euro, grazie al quale sono stati già montati nuovi giochi in acciaio e polietilene (altalene, dondoli, molle, palestre, scivoli e composizioni ludiche) e nuovi arredi (tavoli e panchine) in 13 aree verdi attrezzate del territorio comunale attraverso la ditta aggiudicataria della fornitura e della posa in opera delle attrezzature.

Nel capoluogo gli interventi hanno interessato il parco La Fornace di Riosecco, il giardino del Cassero in piazza Gabriotti, l’area pubblica di largo Corsi presso il Centro Le Grazie nel quartiere San Giacomo e quella in via Vasari, nel rione Madonna del Latte.

Le nuove installazioni nelle frazioni hanno riguardato il parco dei Cervi a Cerbara; l’area verde di via Antoniucci a Piosina dove ha sede la pro loco; l’area verde dell’Eroe a Lerchi; il giardino di Luca a San Secondo; il parco Robinson a Trestina; l’area verde di via dell’Artigianato a Cinquemiglia; l’area verde di Fabbrecce; il parco di via Romana a Promano dove ha sede la pro loco; l’area verde di Morra.

Giochi Cassero 4-2

Nelle prossime settimane verrà attuato un secondo programma di installazione di giochi e arredi in 16 aree verdi pubbliche attrezzate per un investimento di 20.500 euro.

Nel capoluogo saranno interessati i Giardini di don Bruno nel quartiere Graticole; il parco Salaiolo-Graticole; gli spazi di viale Europa nel quartiere Europa 92, di via Arcaleni nel rione Graticole, di via Futa e di viale Sempione nel quartiere La Tina, di via Martiri della Libertà nel rione San Pio X, di via Risorgimento e di via Fratelli di Dio nel quartiere Casella; il giardino del Torrione a San Giacomo; il parco Le Fonti in via Luca della Robbia a San Pio X; il parco Alexander Langer nel centro storico.

Nelle frazioni sono previsti interventi nel parco di via Toscanini a Badiali; nel parco di via Giotto a Titta; nell’area verde di Bivio Canoscio; nelle aiuole di via della Cooperazione a San Maiano.

A completare il restyling saranno lavori per 29 mila euro, già aggiudicati, che riguarderanno la manutenzione straordinaria dei giochi e degli arredi già presenti in tutte i circa 30 siti pubblici del territorio comunale per garantirne la piena fruibilità in sicurezza.

Mariangeli-Carletti-2''Sono tutte risorse della casse comunali, soldi dei cittadini che investiamo per i cittadini, con la volontà di fare delle aree verdi pubbliche luoghi centrali per la vita delle persone nel centro storico, nei quartieri e nelle frazioni del nostro territorio, nei quali incontrarsi e trascorrere il tempo libero con i figli, potendo contare su attrezzature sicure e rispettose delle normative vigenti”, evidenziano gli assessori all’Ambiente Mauro Mariangeli e ai Lavori Pubblici Riccardo Carletti, precisando che “gli interventi programmati, grazie al lavoro del personale dell’ente che ringraziamo, fanno seguito a una ricognizione delle priorità di ogni spazio pubblico attrezzato, dove alcuni giochi e arredi danneggiati o deteriorati sono stati rimossi e c’era la necessità di sostituirli, mentre in altri casi rispondono alla volontà di potenziare le dotazioni esistenti”. “I cittadini troveranno nuovi giochi e arredi che contribuiranno a migliorare la vivibilità delle aree verdi e attrezzature esistenti riparate e consolidate laddove necessario”, spiegano Mariangeli e Carletti, che invitano “a una responsabilizzazione collettiva nei confronti di questi luoghi, dei quali ognuno di noi deve essere non solo fruitore, ma anche custode, in maniera tale che un patrimonio di tutti non venga rovinato da un utilizzo improprio delle attrezzature o peggio dai vandalismi, che offendono il comune senso civico”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aree verdi attrezzate: investimento da 90 mila euro per nuovi giochi, arredi e manutenzione straordinaria in 30 siti comunali
PerugiaToday è in caricamento