rotate-mobile
PROVINCIA Todi

Bullismo e rischi su internet, gli studenti del Ciuffelli-Einaudi di Todi incontrano la Polizia

I ragazzi hanno affrontato i temi del cyberbullismo, del linguaggio d'odio, i pericoli della condivisione di foto e dati personali

Gli studenti del Ciuffelli-Einaudi di Todi hanno incontrato la Polizia di Stato nell’ambito del Protocollo per l’educazione alla legalità, alla cittadinanza ed alla Costituzione, affotnando i temi di bullismo e cyberbullismo.

Gli agenti della Questura di Perugia, infatti, questa mattina hanno incontrato più di 300 studenti per un dialogo improntato a stabilire un legame di fiducia e condivisione tra giovani ed Istituzioni, illustrando i metodi corretti e sicuri per navigare nel Web, al fine di riconoscere le piccole e grandi insidie che si nascondono nell’universo virtuale nel quale si immergono più o meno quotidianamente.

La curiosità dei ragazzi, moderni internauti, è stata attirata in particolare da due argomenti: l’adescamento on-line da parte di sconosciuti che, grazie alle caratteristiche della rete, riescono a “mascherarsi” da loro coetanei e la responsabilizzazione nella condivisione di immagini private, anche solo con amici.

Durante la lezione sono state affrontate anche le tematiche del bullismo e del cyberbullismo e, in particolare, dei riflessi sociali dell’isolamento causato dall’abuso degli smartphone e delle insidie legate all’uso dei dispositivi elettronici.

L’attività di prevenzione della Polizia di Stato nei confronti dei fenomeni come il cyberbullismo e gli hate speech (discorsi d’odio), si concretizza con la responsabilizzazione dei ragazzi, fin dai primi passi in rete, sull’uso corretto delle parole, dei social network e degli smartphone.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bullismo e rischi su internet, gli studenti del Ciuffelli-Einaudi di Todi incontrano la Polizia

PerugiaToday è in caricamento