rotate-mobile
Domenica, 26 Maggio 2024
PROVINCIA Todi

Un Perugino in miniatura da ammirare nella Gypsoteca allestita nella chiesa di Sant’Antonio Abate

Nella collezione dell'artista tuderte Enrico Quattrini spiccano i bozzetti del concorso del 1907 per la realizzazione della statua dedicata a Pietro Vannucci ai giradini Carducci del capoluogo

Un Perugino in miniatura da ammirare a Todi nella Gypsoteca allestita nella chiesa di Sant’Antonio Abate.

La statua di Pietro Vannucci, detto il Perugino, che si trova ai giardini Carducci e che attualmente è sottoposta a restauro, ha avuto una vita travagliata: la sua realizzazione fu decisa nel 1868, ma il concorso indetto solo nel 1907 e l’opera venne inaugurata nel 1923, anche se posizionata in piazza Umberto I, ora piazza della Repubblica. Spostato nell’attuale posizione, con il tempo ha perso anche alcune parti, come i pennelli.

I bozzetti del concorso del 1907 dell’artista Enrico Quattrini sono custoditi a Todi, insieme ad altri importanti pezzi che testimoniano l’attività artistica dello stesso (il busto di Giuseppe Zanardelli, la targa in memoria di Augusto Ciuffelli a Todi e il busto a Trevi).

“Il restauro della statua bronzea di Pietro Vannucci nel centro storico di Perugia presso i giardini Carducci, opera dello scultore tuderte Enrico Quattrini che la realizzò nel 1923 dopo aver vinto la selezione nel 1907 proprio grazie al bozzetto presente a Todi, ci riempie di soddisfazione – afferma Moreno Primieri, assessore all’Urbanistica e Lavori Pubblici che con il suo assessorato ha seguito le varie fasi della realizzazione della sede espositiva a Todi - È anche un’ulteriore valorizzazione di Enrico Quattrini, un artista di fama internazionale, le cui opere sono perfino nei Musei Vaticani, e che fu molto legato, tra l’altro, al Ministro Ciuffelli per il quale realizzò un busto dell’onorevole Zanardelli (di cui Ciuffelli fu segretario particolare, ndr), anche esso presente nella Gypsoteca tuderte”.

Alla realizzazione della Gypsoteca si è giunti dopo un faticoso e puntuale recupero delle chiese di Sant’Antonio risalente al 1308 e della Santissima Trinità la cui costruzione è del 1500, entrambe di proprietà comunale e destinate per anni a magazzini. Gli interventi di recupero dei luoghi e dei modelli, curati dal Servizio dei Lavori pubblici, hanno una valenza storico/culturale notevole potendo essere nuovamente fruiti dal pubblico.

“In questo anno dedicato al Perugino ci sembra giusto mettere quindi in risalto i due bozzetti a cui si è ispirato Enrico Quattrini per la realizzazione della statua di Pietro Vannucci - aggiunge Moreno Primieri - Si trovano esposti presso la chiesa di Sant’Antonio Abate dove è allestita la Gypsoteca dello scultore, punto di riferimento di molti studiosi nonché luogo legato agli itinerari culturali della città di Todi. Le cronache dell’epoca ci ricordano che furono particolarmente apprezzati il naturalismo e la fisionomia del pittore ispirata all’autoritratto nel collegio del cambio. Dai bozzetti presenti a Todi si evince sia il modellato raffinato che la cura dei dettagli seguita da Quattrini nella realizzazione della statua bronzea”.

La raccolta delle opere di Quattrini comprende gessi e terrecotte esposti all’interno della chiesa di Sant’Antonio abate, in un percorso ordinato secondo un criterio cronologico che documenta la lunga carriera dell’artista, dalle prove giovanili alle creazioni concepite all’apice del successo. Parte integrante della raccolta sono i gessi, conservati nella vicina chiesa della Santissima Trinità, dove la disposizione delle sculture tende a ricreare la suggestiva atmosfera dell’atelier dell’artista.

Le opere di Enrico Quattrini a Todi

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un Perugino in miniatura da ammirare nella Gypsoteca allestita nella chiesa di Sant’Antonio Abate

PerugiaToday è in caricamento