Domenica, 21 Luglio 2024
PROVINCIA Assisi

Festa dell'Amicizia al Serafico di Assisi nel segno dell'inclusione

L'iniziativa, in programma il 15 giugno, vuole sottolineare l'importanza dello sport, dei giochi all'aria aperta e delle attività creative per promuove una cultura del rispetto

La parola d'ordine per la Festa in Amicizia del Serafico di Assisi, quest'anno, è inclusione: sabato 15 giugno, dalle 16 alle 19, nel parco dell'Istituto, andrà in scena “AccogliAmo”, l'iniziativa annuale che apre le porte a chiunque voglia mettersi alla prova e sperimentare nuove attività. Anche in vista del G7 per l'Inclusione e la Disabilità che si terrà il prossimo ottobre in Umbria la kermesse di sabato vuole sottolineare l'importanza dello sport, dei giochi all'aria aperta e delle attività creative per promuove una cultura del rispetto e dell’inclusione. In questo modo, infatti, è possibile dare a chiunque la possibilità di mettersi in gioco e di scoprire un lato diverso di se stesso, ma anche della disabilità che così diventa una vera e propria esperienza, un'occasione di conoscenza, un momento di interazione per ampliare la propria visione e sviluppare la comunicazione. Sono tanti dunque gli obiettivi di questo percorso che si gioca tra la percezioni e le attività e che si snoda attraverso le numerose postazioni allestite nel parco del Serafico per coinvolgere e accogliere tutti, seguendo le inclinazioni e le peculiarità di ciascuno.

Quest'anno dunque, oltre agli operatori del Serafico che guideranno gli ospiti attraverso le diverse attività in programma, parteciperanno all'evento anche diverse realtà locali: il Centro Sportivo Italiano, ad esempio, allestirà un vero e proprio campo da gioco, di 10x16 metri quadri, per realizzare il Calcio Ballilla umano, una variante divertente del tradizionale gioco da tavolo, in cui i giocatori reali prendono il posto delle miniature, fissandosi a barre orizzontali in un campo gonfiabile; ogni squadra collabora muovendosi lateralmente in sincronia per colpire la palla e fare gol, offrendo un'esperienza di 'squadra' e divertimento attivo, in cui i ragazzi del Serafico potranno giocare con chiunque voglia cimentarsi nel gioco. L'Associazione I Lupi del Subasio, invece, insegnerà la pet therapy robotica, una forma di terapia assistita da robot che imitano i comportamenti e le caratteristiche degli animali domestici per offrire supporto emotivo e psicologico e che, interagendo con le persone attraverso movimenti realistici, suoni e risposte tattili, possono aiutare a ridurre lo stress, l'ansia e aiutare le persone con disturbi cognitivi. Gli operatori del Laboratorio Creativo del Serafico, invece, in collaborazione con l’associazione Millepiedi di Foligno, insegneranno a tutti i bambini come costruire un vero aquilone.

“La Festa in Amicizia è un appuntamento tradizionale del Serafico; il nostro obiettivo è proprio quello di far conoscere le diversità, far comprendere i problemi principali che incontrano le persone con disabilità, raccontare le tecniche e le strategie che i nostri operatori svolgono per facilitare la riabilitazione e la comunicazione dei ragazzi” spiega Francesca Di Maolo, presidente dell'Istituto Serafico. “Quello di 'AccogliAmo', dunque, sarà un approccio ludico – continua - ma allo stesso tempo declinato in chiave realistica e inclusiva, poiché le attività che proporremo rappresentano un potente strumento di inclusione sociale. Attraverso attività sportive adattate e attività ludico-ricreative, promuoviamo l'integrazione, creando un ambiente dove tutti possono partecipare e sentirsi valorizzati, a prescindere dalle capacità di partenza. Sarà un modo per rapportarsi con gli altri, sviluppare una cultura delle differenze e fare un primo passo, tutti insieme, per una società veramente più inclusiva e solidale”. L'iniziativa è aperta a tutti ed è gratuita.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festa dell'Amicizia al Serafico di Assisi nel segno dell'inclusione
PerugiaToday è in caricamento