Domenica, 14 Luglio 2024
PROVINCIA Assisi

Il bilancio dell’attività 2023 delle politiche sociali ad Assisi, la sindaca Proietti: "siamo orgogliosissimi"

Impiegati circa 3 milioni e mezzo di euro per i vari servizi. Paggi: “Il grado di civiltà di un paese si misura dalla qualità dei servizi sociali che si garantiscono alle persone fragili”

L’anno scorso l’Ufficio Servizi Sociali del Comune di Assisi ha compiuto passi significativi nel migliorare la qualità della vita delle persone più vulnerabili attraverso un programma integrato di interventi. Dal supporto attivo alle famiglie e ai minori con visite personalizzate e un dialogo costante con le scuole e servizi specialistici, fino alla cura dedicata agli anziani tramite un sistema di assistenza domiciliare e attività estive. Ogni sforzo è stato finalizzato a rafforzare il tessuto sociale della città.

Un aspetto particolarmente rilevante è stato il progetto “Agenda 21” che ha rivoluzionato l’approccio alle persone con disabilità, promuovendo l’autodeterminazione e l’inclusione attraverso misure come l’assistenza domiciliare su misura e il supporto educativo personalizzato.

Nella lotta contro la povertà e il disagio sociale Assisi ha adottato soluzioni innovative, inclusi sostegni economici mirati, iniziative di condivisione comunitaria come gli empori solidali e un programma di supporto per l’inserimento lavorativo.

Parallelamente l’ufficio ha intensificato il proprio impegno nell’integrazione sociale attraverso servizi di accoglienza per immigrati, centri di supporto contro la violenza e piattaforme digitali per migliorare l’accesso ai servizi.

Tra i risultati più significativi la distribuzione di 1043 baby card Bimbi Domani, con un investimento complessivo di oltre 520.000 euro. Complessivamente sono stati impiegati circa 3 milioni e mezzo di euro per i vari servizi.

L’ufficio ha anche agito come capofila nella Zona sociale numero 3, includendo comuni come Bastia Umbra, Bettona, Cannara e Valfabbrica, coordinando le attività sociali su un territorio più ampio.

Tanti i numeri resi noti nel corso dell’evento, una grande mole di attività amministrativa tra cui 25 atti deliberativi, 137 determine dirigenziali, 325 atti di liquidazione, 25 atti di rendicontazione, 14 procedimenti di affidamento di servizi, e anche servizi funebri per persone indigenti.

Il sindaco Stefania Proietti, nel salutare la platea, ha voluto ringraziare l’Ufficio Servizi Sociali “per l’impegno e la professionalità profusi ogni giorno per assistere le persone che hanno bisogno, le persone fragili, per mettere al centro l’umanità”.  “È un settore di cui come amministrazione comunale siamo orgogliosissimi” ha detto Proietti. 

In conclusione dell’evento l’assessore alle politiche sociali Massimo Paggi, nell’unirsi ai ringraziamenti del sindaco ha sottolineato: “Il grado di civiltà di un paese si misura dalla qualità dei servizi sociali che si garantiscono alle persone fragili”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il bilancio dell’attività 2023 delle politiche sociali ad Assisi, la sindaca Proietti: "siamo orgogliosissimi"
PerugiaToday è in caricamento