rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
PROVINCIA Città di Castello

Coronavirus: buoni spesa e aiuto per le bollette, prorogato il bando per il sostegno alle famiglie

Città di Castello, sono già 440 le domande telematiche presentate. Il Comune ha stanziato 140mila euro

Aiuti economici per pagare le bollette delle utenze domestiche. Il Comune di Città di Castello ha messo a disposizione 140mila euro e sono già 440 i tifernati che hanno presentato domanda per accedere ai buoni spesa e ai rimborsi.

L'avviso pubblico è stata presentato con l’obiettivo di attenuare il disagio sociale delle famiglie causato dall’emergenza da Covid-19. "Le richieste pervenute offrono uno specchio purtroppo eloquente del disagio crescente che vivono anche nella nostra comunità tante persone alle prese con maggiori costi per le necessità quotidiane e difficoltà economiche improvvise, dovute in molti casi anche alla perdita del posto di lavoro" osserva l’assessore alle Politiche Sociali Benedetta Calagreti.

Ai buoni spesa già erogati nella prima fase della pandemia per le esigenze di sostentamento alimentare, il Comune ha aggiunto con quest’ultima misura di intervento i rimborsi delle utenze domestiche (acqua, luce, gas), tenendo conto delle necessità emergenti create dagli aumenti delle bollette registrati nel recente periodo su scala nazionale. Potranno concorrere all’assegnazione dei benefici economici tutti i nuclei familiari con Isee non superiore a 16 mila euro e con una disponibilità bancaria-postale (compresi investimenti in titoli di Stato, titoli azionari o obbligazionari e simili) complessiva inferiore a 10.000 euro (con giacenza media aggiornata al 31 dicembre 2020). I contributi potranno andare da 130 a 400 euro a famiglia, in base al numero dei componenti, e saranno maggiorati fino a 50 euro in relazione alla presenza nel nucleo familiare di minori di età compresa tra zero e tre anni o di componenti con disabilità grave.

I sostegni economici saranno assegnati fino a esaurimento delle risorse stanziate sulla base della graduatoria che verrà stilata dal Comune, nella quale verrà data precedenza a coloro che nel 2021 non abbiano beneficiato di Naspi, reddito o pensione di cittadinanza, cassa integrazione, bonus partite IVA e similari. L’erogazione dei contributi sarà completamente telematica e rispettosa della riservatezza dei destinatari. Grazie alla collaborazione con il Servizio Sistemi Informativi e Telematici dell’ente, ogni beneficiario riceverà direttamente sul telefono cellulare la comunicazione dell’importo assegnato.

Nel caso dei buoni spesa, con cui si potranno effettuare acquisti entro e non oltre il 28 febbraio 2022, la somma assegnata potrà essere utilizzata esibendo la tessera sanitaria negli esercizi commerciali aderenti all’iniziativa. Nel caso dei rimborsi delle utenze domestiche occorrerà presentare la documentazione che attesti i pagamenti effettuati tra il primo gennaio 2021 e la data di scadenza dell’avviso, fino al raggiungimento della soglia del contributo ottenibile, che sarà erogato tramite bonifico bancario.

Le domande dovranno essere compilate e inviate esclusivamente per via telematica attraverso la sezione “Servizi e Domande online” della homepage del sito istituzionale del Comune. L’avviso pubblico potrà essere consultato sull’albo pretorio online oppure nella sezione Bandi e Avvisi del portale web istituzionale. Le istanze già depositate entro il 31 dicembre 2021 conservano la propria validità anche in presenza della riapertura dei termini di scadenza dell’avviso e non sarà necessario quindi presentarle di nuovo.

Le due tipologie di sostegno non sono cumulabili: ciascun cittadino, al momento della presentazione della domanda, dovrà specificare se intende richiedere il contributo sotto forma di buono spesa o a titolo di rimborso delle utenze domestiche. Al fine di permettere a tutti gli aventi diritto di partecipare all’avviso pubblico l’amministrazione comunale metterà a disposizione attraverso il Digipass un servizio di assistenza disponibile al numero di telefono 075.8523171. Per informazioni sui requisiti richiesti dall’avviso pubblico è possibile rivolgersi agli uffici del settore Servizi Sociali: 075.8529437, 075.8529378, 075.8529438.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus: buoni spesa e aiuto per le bollette, prorogato il bando per il sostegno alle famiglie

PerugiaToday è in caricamento