Domenica, 21 Luglio 2024
PROVINCIA Città di Castello

Altotevere, guida l'auto con la patente revocata, fermata dai carabinieri: maxi multa per una quarantenne

Venti posti di blocco, circa 300 persone identificate e circa 150 esercizi commerciali ispezionati per il rispetto delle norme anti Covid

Era alla guida nonostante la patente le fosse stata revocata da tempo: fermato dai carabinieri, è scattata una maxi multa e il fermo dell'auto per tre mesi. A finire nei guai una quarantenne di Citerna, fermata dai carabinieri della locale stazione per un controllo: al termine delle verifiche i militari hanno multato la donna per oltre 5 mila euro.

Ma non è finita qui, perchè per i carabinieri della compagnia tifernate è stato un fine settimana di controlli.

Una ventina i servizi svolti, circa 300 persone identificate e circa 150 esercizi commerciali ispezionati al fine di verificare il rispetto delle prescrizioni conseguenti all’epidemia da coronavirus.

Durante il week end i militari del Nucleo Radiomobile della Compagnia, durante controllo alla circolazione stradale nell’abitato di Città di Castello, hanno sorpreso e sanzionato un 58enne residente nell’area tifernate, che guidava la propria autovettura con un tasso alcolemico di ben quattro volte superiore al limite consentito. Per lui è scattata la denuncia e il ritiro della patente.

I carabinieri di Citerna, invece, durante un posto di controllo alla circolazione stradale, hanno sorpreso nella frazione di Pistrino del comune di Citerna un 41enne alla guida dell’auto senza fare uso della cintura di sicurezza. All’uomo è stata quindi comminata una sanzione amministrativa di 83 euro con 5 punti sulla patente.

Infine i militari di Umbertide sono intervenuti in un incidente stradale, fortunatamente senza feriti. Un uomo di 40 anni è stato multato perchè aveva una velocità non non commisurata alle condizioni della strada e della circolazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Altotevere, guida l'auto con la patente revocata, fermata dai carabinieri: maxi multa per una quarantenne
PerugiaToday è in caricamento