Politica

Vaccini, è scontro sui 60-69 anni. Fora e Pd: "Fumo negli occhi". D'Angelo: "Da mercoledì le pre-adesioni diventano appuntamenti"

Il Commissario D'Angelo risponde alle opposizioni: "i cittadini saranno progressivamente richiamati con sms su giorno, luogo e ora"

E' scontro di nuovo sui vaccini per la fascia di età 60-69 anni. Nel giorno delle pre-adesioni l'opposizione dal Pd ai civici di Fora hanno criticato aspramente la giunta parlando di presa in giro da parte dell'amministrazione regionale nei confronti dei cittadini di questa fascia di età - l'Umbria è ai vertici per la copertura dai 70 agli over 80 ma arranca oggettivamente sui sessantenni - in fatto di pre-adesioni.

Scrive il capogruppo del Patto per l'Umbria, Andrea Fora:  “Da questa notte migliaia di cittadini stanziano sul portale regionale per registrarsi, dopo lunghi minuti di attesa caricano il codice fiscale, danno il consenso alla privacy, ricevono il codice di verifica sul cellulare, vanno avanti nella procedura e il sistema’ risponde loro: ‘In questo momento non ci sono posti liberi per la vaccinazione. Riprova in un altro momento’”. E continua: "Se il sistema informatico acquisisce codice fiscale, cellulare e consenso privacy, deve prendere in carico il cittadino non può richiedergli di rinnovare la richiesta più avanti”. Dello stesso tenore il gruppo del Pd: “E' davvero intollerabile annunciare l’apertura delle prenotazioni per over 60 e, invece, consentire solo una pre-adesione facendo montare la rabbia di chi è costretto a lasciare i propri dati inutilmente”.

I vertici sanitari dell'Umbria, dopo un colloquio con i vertici politici della Regione, hanno voluto fare chiarezza sulle pre-adesioni: le pre-adesioni sono servite per capire il numero di vaccini che sono necessarie per questa operazione - l'Umbria è in attesa di ulteriore scorte da Roma - per evitare di dare un appuntamento senza avere a disposizione le quantità necessarie. Lo stesso varrà per le altre fasce di età che a breve partiranno. Il Commissario D'Angelo ha annunciato che già da mercoledì le pre-adesioni della fascia 60-69anni si trasformeranno in appuntamenti per la dose di vaccino. E quindi saranno i cittadini richiamati con sms su giorno, luogo e ora. Nelle prossime ore la Regione darà anche ulteriori indicazioni per le altre fasce di età con tanto di data "promessa" entro la quale tutti gli umbri sarà almeno somministrata la prima dose. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccini, è scontro sui 60-69 anni. Fora e Pd: "Fumo negli occhi". D'Angelo: "Da mercoledì le pre-adesioni diventano appuntamenti"

PerugiaToday è in caricamento