Università di Perugia, ballottaggio per l'elezione del nuovo Rettore: gli schieramenti degli studenti

La sfida nella sfida. L'Udu e Siamo Ateno sostengono Oliviero, Azione Universitaria Cotana

La sfida nella sfida. Il 23 maggio il ballottaggio per eleggere il nuovo Rettore dell'Università degli Studi di Perugia. Due gli schieramenti in campo: da un lato Franco Cotana (appoggiato ufficialmente da Claudia Mazzeschi), dall'altro Maurizio Oliviero (appoggiato ufficialmente da Franco Elisei). 

E, a cascata, due sono gli schieramenti degli studenti a pochi giorni dal round definitivo. L'Udu, imparata la lezione del 2013, si schiera 'compatta' con Oliviero. Azione Universitaria, invece, sceglie Cotana. 

VIDEO Elezioni rettore, Oliviero: "Fuori la politica dall'Università, confrontiamoci sulle idee" 

Università di Perugia, elezioni per il nuovo Rettore: è ballottaggio Cotana-Oliviero


Andiamo con ordine. La Sinistra Universitaria - Udu Perugia sceglie il professore di Giurisprudenza: "Come associazione studentesca abbiamo partecipato attivamente a questa campagna elettorale, fin dal principio - spiega Lorenzo Gennari, coordinatore dell'Udu Perugia - In questi mesi abbiamo potuto interloquire con tutti i candidati e abbiamo offerto alla comunità accademica la nostra idea per il futuro dell’Università di Perugia, indicando le priorità degli studenti. Il dibattito cui stiamo assistendo in queste ore, invece, ci preoccupa e sconcerta perché si stanno diffondendo timori e strumentalizzazioni che nulla hanno a che vedere con la realtà universitaria e i candidati in campo: gli studenti si aspettano che la scelta sul futuro della nostra università si svolga in un clima di rispetto, costruttivo e volto a giudicare le idee in campo, come d’altronde siamo abituati a fare noi".

Continua Gennari: “In questi mesi abbiamo detto che la nostra università oggi è bloccata: chiusa in un orticello localista, ripiegata su di una gestione conservatrice e di corto respiro, priva di prospettive adeguate al nostro grande potenziale. Abbiamo detto che occorre una visione chiara di università pubblica come principale motore sociale ed economico del territorio, capace di essere la miglior risposta alla precarietà esistenziale e sociale dei giovani. Occorre, quindi, un progetto in discontinuità con la gestione attuale”. 

Stesso fronte per Siamo Ateneo: "Come associazione studentesca abbiamo come priorità il bene e l’interesse degli studenti. Crediamo in un’Università che sia luogo di alta formazione; in un’università che valorizzi e offra opportunità ai suoi studenti; in un’università che, nel rispetto della tradizione, sia in grado di seguire l’evolversi dei bisogni della società", si legge in una loro nota. E ancora: "Come Siamo Ateneo, associazione prevalentemente costituita da fuorisede, quindi completamente slegata da logiche politiche appartenenti al territorio, ci siamo confrontati con tutti i candidati, ma sin dal primo incontro abbiamo capito e dunque sostenuto il più vicino alla nostra idea di università: il Professore Maurizio Oliviero. Condividiamo con lui l’idea di un’università come istituzione “realmente autonoma”, che oltrepassi i confini tradizionali in una visione aperta all’Europa ed al mondo".

E poi Azione Universitaria: "L’Università di Perugia è il nostro futuro, è il futuro di tante generazioni. Per questo auspichiamo che il nuovo corso dello Studium sia all’insegna dell’elevato standard qualitativo e di un’offerta programmatica di grande livello". A parlare è Alessandro Fanini, Rappresentante del Nucleo di Valutazione e portavoce di Azione Universitaria: "Dopo un’attenta analisi dei vari programmi, ravvisiamo una piena comunità di intenti con le linee programmatiche del prof. Franco Cotana. Sposiamo in pieno l’idea di una università generalista, rinnovata, forte e capace di vincere le grandi sfide che l’aspettano. Con un Rettore autorevole, in grado di rappresentare al meglio un cammino inclusivo per tutte le componenti contraddistinte da innovazione e qualità".

Per Azione Universitaria "il confronto approfondito all’insegna delle tematiche di ampio respiro, fondamentali per una università al passo con i tempi, internazionale e rappresentativa delle varie parti, resta determinante. E proprio per questo pensiamo che il programma del professor Franco Cotana sia in grado di cogliere questi rilevanti aspetti. Ci aspettiamo, in ogni caso, che il nuovo Rettore possa dare un segnale forte di cambiamento al fine di garantire un'università maggiormente autonoma, ambiziosa ed in grado di soddisfare al meglio le esigenze di tutti gli studenti". Alle urne il verdetto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 30 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 3 dicembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 29 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 2 dicembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa all'1 dicembre: tutti i dati comune per comune

  • La Liguria ritorna in zona gialla mentre l'Umbria resta arancione: eppure i dati parlano chiaro, situazione migliore da noi...

Torna su
PerugiaToday è in caricamento