Umbria verso il voto - Marco Squarta (FdI): "Un centrodestra unito, modello vincente come a Perugia e in altri comuni"

Intervista al capogruppo di Fratelli d'Italia a Palazzo Cesaroni. E sull'alleanza Pd-M5s: "Innaturale, come mettere insieme acqua e olio"

Una coalizione forte, solida, unita da anni di battaglie politiche condivise, allargata a forze civiche importanti. Un candidato forte e carismatico. Dall'altra parte un'alleanza impossibile, come l'olio e l'acqua. Marco Squarta a tutto campo in questa intervista in cui parla anche dei primi provvedimenti in caso di vittorio della coalizione di centro destra in Umbria il prossimo 27 ottobre.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Marco Squarta, a che punto è la coalizione di centrodestra?
"E' una coalizione che vede il centrodestra unito con i tre partiti storici quali Lega, Fratelli d'Italia e Forza Italia, una coalizione allargata però a forze civiche importanti. Stiamo riproponendo per l'Umbria lo stesso modello, vincente, che ha portato alla vittoria dei Comuni più importanti come Perugia, dove governa uno straordinario sindaco come Andrea Romizi, Terni, Foligno e Spoleto".

Fratelli d'Italia, di cui lei è il capogruppo regionale, che valore aggiunto in termini di contenuto porterà in dote al candidato presidente Tesei?
"In questi anni come portavoce del centrodestra ho avuto modo di affrontare tutti i temi principali riguardanti la nostra regione approfondendo le questioni sulla sanità, agricoltura, bilancio, turismo, fondi europei, giovani, lavoro, rifiuti, infrastrutture, quindi collegamenti, sicurezza, sociale, terremoto, welfare e trasporti, per indicarne alcune. Sulla base dell'esperienza maturata in Assemblea legislativa tra il 2015 e il 2019, anche come presidente del Comitato per la valutazione e il contollo, ho avuto modo di studiare un modello di Umbria che mi piacerebbe venisse realizzato, la mia Umbria ideale, rappresentata in un dossier ricco di proposte che ho messo a disposizione della candidata Donatella Tesei, idee di cui certamente terrà conto nel suo programma elettorale".

L'operazione politica, la prima in italia, Pd-Movimento 5 Stelle quanto vi preoccupa? E inoltre se l'aspettava?
"Sinceramente è stata un'operazione inimmaginabile. Chi si sarebbe mai potuto immaginare un accordo tra due forze tanto diverse e contrapposte come sono il Pd e il M5s? In chimica sarebbe come provare a mettere insieme l'acqua e l'olio, sono immiscibili, fanno volume ma nello stesso bicchiere formeranno sempre due strati separati. Parliamo dunque di un'alleanza innaturale tra due partiti che in questi anni se le sono suonate di santa ragione. Non so come gli amici del M5s potranno digerire l'alleanza con un partito che prevede in lista l'attuale presidente della Regione, l'attuale presidente del Consiglio regionale, l'ex segretario regionale del Pd ed ex parlamentari del Partito democratico. Per concludere dico che questa alleanza porterà a inevitabili ripercussioni negative nel Consiglio regionale umbro, un autentico freno a mano tirato nel corso di una stagione nella quale dobbiamo tutti impegnarci a tirare le marce per riportare l'Umbria alla giusta velocità per non rimanere arretrata. L'Umbria deve ispirarsi a modelli regionali del Nord Italia, non restare affossata nelle classifiche del Centro Sud".

Lei ha passato 5 anni in consiglio regionale: ci elenca i tre provvedimenti per l'Umbria e gli umbri a sua firma?
"Per combattere lo spreco alimentare è stata approvata la mia proposta di offrire il cibo invenduto ai poveri e quell'altra che garantisce le cure veterinarie gratuite a coloro che decidono di adottare un cane o un gatto in Umbria. La proposta più importante, però, il primo mattone per far uscire l'Umbria dall'isolamento, è stato messo con la mozione firmata insieme ad altri colleghi per l'attivazione del treno Frecciarossa da Perugia. Una partita che, con il centrodestra al potere, avrà sicuramente importanti e più ambiziosi sviluppi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il buono postale regalato dalla nonna è scaduto e non pagabile, la nipote vince la causa

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 20 settembre: tutti i dati comune per comune

  • Occhio allo smishing, la nuova truffa svuota conto corrente: basta rispondere ad un sms

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 21 settembre: tutti i dati comune per comune

  • Fiera dei Morti, il Comune di Perugia pubblica l'avviso per gli operatori

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 19 settembre: tutti i dati comune per comune

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento