Elezioni, Donatella Tesei incontra gli imprenditori: "Faremo la nostra parte: meno burocrazia, più sostegno"

Nel piano della candidata del centrodestra il “Made in Umbria” deve sempre più diventare sinonimo anche di prodotti industriali d'eccellenza.

Donatella Tesei, candidata del centrodestra alla presidenza regionale, ha incontrato gli imprenditori nel perugino, a Gubbio e Trasimeno per presentare il proprio programma di rilancio dell'Umbria.  “In queste settimane - ha affermato - ho incontrato imprenditori e imprenditrici che hanno saputo affrontare le sfide dei mercati, innovare, andare alla conquista del mondo. Con le loro capacità, con una valigia spesso piena solo di coraggio, anche mettendo a rischio tutto quanto avevano costruito. Le loro aziende hanno investito per ampliare i propri stabilimenti, hanno comprato nuovi macchinari, sviluppato brevetti, e continuano ad investire in ricerca per mantenere il proprio vantaggio. Troppo spesso, purtroppo, la Regione non ha saputo supportare le necessità di crescita di questi imprenditori o sostenerli nei momenti di difficoltà.Da tutti loro ho colto un grido disperato: più connessioni e semplificazione. Hanno scelto di non delocalizzare, di restare qui, di rimanere in Umbria perché amano la loro Regione anche se è diventata un luogo in cui fare business non è facile”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La Tesei, a Confindustria durante il confronto con il candidato Bianconi, ha ribadito la centralità del sostegno alle imprese per rilanciare l'occupazione e il pil regionale. "Nel nostro progetto di Regione - ha sostenuto davanti una folta platea - l'industria gioca un ruolo importante, come leva di sviluppo, di occupazione e di benessere per i territori. La Regione deve fare la sua parte: infrastrutture di trasporto e digitali, semplificazione, capacità di rappresentare al meglio, su tutti i tavoli, gli interessi dell'Umbria in Italia e in Europa. “Made in Umbria” deve sempre più diventare sinonimo anche di prodotti industriali d'eccellenza".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Perugia-Ancona, incidente tra auto e camion: muore 30enne

  • Umbria, incidente lungo la E45: muore motociclista, strada chiusa al traffico

  • Fiera dei Morti, il Comune di Perugia pubblica l'avviso per gli operatori

  • Umbria, follia al supermercato: gira senza mascherina e prende a testate l'uomo che gli chiede di indossarla

  • I migliori ristoranti di Perugia, la classifica dei primi dieci

  • Massacra la madre a furia di pugni e calci, cerca di bruciarla viva e poi scappa: catturato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento