menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Soccorso alpino fondamentale per la task-force emergenze: la Regione aumenta i fondi e il "peso"

La decisione presa dopo 5 anni di sperimentazione con ottimi risultati e tante persone salvate e rintracciati in zone impervie

La task-force per le emergenze e il salvataggio di persone in pericolo non può fare a meno in Umbria degli uomini e delle donne del Soccorso Alpino e Speleologico. Dopo 5 anni di sperimentazione con ottimi risultati e tante persone salvate e rintracciati in zone impervie, la Giunta regionale ha deciso di rendere stabile questa collaborazione con una legge regionale che da maggiore spazio e risorse ai volontari del Sasu. La nuova legge prevede di aumentare a 250mila euro l’importo della convenzione - rispetto ai 150mila del passato - perché gli interventi sono notevolmente aumentati, così come il numero dei volontari e la loro specializzazione; in più è stata anche introdotta la figura del tecnico volontario specializzato che dovrà operare nella centrale operativa del 118 per coordinare gli interventi. 

Il Sasu – Cnsas dispone di circa 100 volontari, con diverse specializzazione (come tecnico di centrale operativa; coordinatore di operazioni di ricerca; tecnico di ricerca; tecnico di soccorso in pista; tecnico disostruttore; tecnico speleosubacqueo; pilota di sistemi aeromobili a pilotaggio remoto…) che vengono mantenute seguendo onerosi corsi di formazione nazionali. Ha sei sedi nella regione e nove postazioni di dislocamento dei mezzi necessari a raggiungere le zone impervie. 

Il monitoraggio che dal 2015 ha rivelato che il sistema umbro dell’emergenza-urgenza si è così posizionato su un livello pari a quello
delle regioni limitrofe, dove la collaborazione col rispettivo soccorso alpino regionale era già in atto da tempo, in quanto prevista da apposite leggi regionali.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Comune di Perugia cerca personale: i profili richiesti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento