menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sondaggi BiBiMedia, il litigioso centrodestra umbro sopra di 18 punti a Pd-5Stelle. In crescita il "centro"

Il dato si riferisce al 12 febbraio 2021, molto influisce la volontà di un voto nazionale. La prima piccola buona notizia per la maggioranza dopo due settimane da incubo

Le ultime due settimane sono state le più difficile per il centrodestra alla guida per la prima volta della Giunta regionale. Dopo appena tre mesi di governo la Tesei e partiti di maggioranza si sono trovati invischiati nella peggiore crisi economica e sanitaria dal dopo-guerra in poi. La scoperta delle varianti inglesi e brasiliana del Covid, la necessaria zona rossa per la provincia di Perugia, in una regione che comunque è anche arancione negli altri territori, il panico politico per via della rabbia che sale da alcuni ambienti sui social, la voglia di alzare il prezzo - c'è chi spera già in un rimpastino di giunta - e mettiamoci anche una rivalità tra partiti a destra; insomma un caos politico, finito nel peggior dei modi, parole grosse, richiesta di cambio di marcia (alla Giunta) e chi rinfaccia nomine mirarte nei posti di potere. Tutto questo non nelle segrete stanze della politica ma sulla stampa, sui media e sui social.

Sboom centrodestra dopo il grande risultao dell'ottobre 2019. Ora la frattura è solo in parte è ricomposta, si cerca di correre al riparo per certe scelte sbagliate, le difficoltà sanitarie restano ancora alte. Ma arriva una notizia che fa morale (chissà se fa anche unità): il dato del consenso regionale registrato dal sito esperto in politica e rilevazioni, www.sondaggibibimedia.it. Al 12 febbraio il gradimento del centrodestra in Umbria è ancora importante: ben il 53 per cento (rispetto al picco del 56% alle regionali). Una giudizio di voto che guarda più verso eventuali votazioni nazionali, ma che certamente è legato e si riflette anche sul governo regionale. Solo le coalizioni di centrodestra di Lombaria e Veneto hanno un dato migliore rispetto di quello umbro. L'alleanza invece tra Pd-5Stelle-sinistra si attesta al 35 per cento, ben 18 punti sotto. L'area di centro (civici, Italia Viva e Azione e altri ancora) ottengono un 7 per cento (crescente) che se sommato al centrosinistra fa ridurre ad 11 punti di distanza. Stiamo parlando di un sondaggio, indicativo di un sentimento, non certo la bibbia. E quindi va preso con tutta la cautela necessaria.

Ma per il centrodestra è una delle poche notizie buone dopo due settimane da incubo. Ed è la dimostrazione di come, già sperimentato in altre competizioni elettorali internazionali, i social sono importanti, come termometro, ma non rispecchiano ancora quella grande parte di società che non parla e non si esprime pubblicamente. 

regioni-1-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Comune di Perugia cerca personale: i profili richiesti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento