Martedì, 18 Maggio 2021
Politica

Sondaggio "Aprile" Bidimedia, Umbria: cdestra 57% - csinistra 35,8%. Fora: "Servono idee e progetti credibili, invece solo liti"

Rispetto a marzo 4 punti di percentuale in più per la coalizione di governo dell'Umbria. I dati. La preoccupazione del capogruppo di Patto Civico.

Calo del centrodestra in Umbria? Elettori pronti a modificare il loro voto dopo gli ultimi esiti elettorali sia per il Governo nazionalE che per le regionali che hanno premiato la colazione Lega-Fratelli d'Italia-Forza Italia? Secondo l'istituto Bidimedia non ci sarebbe al momento crisi tra l'elettorato che ha scelto il centrodestra nelle ultime elezioni. Addirittura, nel suo rilevamento di Aprile, l'Umbria è la regione dove il centrodestra, se si votasse domani, otterrebbe il miglior risultato a livello nazionale. Meglio addirittura del Veneto. Ovviamente sono sondaggi e realizzati per conto proprio da questo portale specializzato nell'analisi e raccolta dei dati. 

Va chiarito per correttezza che il sondaggio riguarda soprattutto il voto per l'elezioni nazionali e la platea degli intervistati è limitata. Comunque sia per il centrodestra umbro si ipotizza un risultato molto forte: addirittura rispetto a Marzo una crescita di quasi 4 punti. I punti di distacco dalla coalizione 5Stelle-Pd salirebbero a 21. I dati ufficiali di Bidimedia sulle coalizioni in Umbria: centrodestra 57%, Pd-5Stelle e altri 35,8%, movimenti di centro e civici (che possono di volta in volta decidere con chi allearsi) 6,5%.  

sondaggio-regionale-3

Questa salita della coalizione al governo a Perugia e in Umbria, seppur frutto di un singolo sondaggio, ha provocato le reazione preoccupata del capogruppo di Patto Civico, Andrea Fora, che da tempo si batte per una coalizione nuova, aperta, di stampo civica e soprattuto con una visione dell'Umbria da attuare e non semplice opposizione e contrapposizione ideologica. Ecco un sunto della sua analisi: "Si potrà eccepire che il sondaggio rileva le intenzioni di voto nazionali, ma la cartina dice chiaramente che in Umbria, nonostante la pessima gestione della programmazione sanitaria nell’emergenza Covid, gli elettori continuano a preferire il Centro Destra.  Quadri dirigenti più credibili? Strategie e visioni più definite? Maggior radicamento sul territorio?  O forse vittoria sul campo per abbandono dell’avversario? È dalla campagna elettorale che sostengo che per ricostruire l’Umbria, per rigenerare e riconsegnare agli umbri una terra innovativa, in linea con le migliori filiere delle sviluppo economico del Nord, che superi le politiche assistenziali e clientelari che l’hanno contraddistinta negli anni passati, serva rilanciare un progetto politico credibile che contenga idee, azioni, proposte concrete".

E ancora: "E invece che si fa sul campo avversario? Si continua a litigare sul fare i congressi o non farli, sulle candidature a segretario regionale, sulle colpe da assegnare a chi c’era prima o chi è arrivato da poco, sulla necessità di riaprire alla comunità, sui metodi per farlo. Con dirigenti che a sostegno delle proprie idee si contrappongono tra correnti o si rimproverano a vicenda la gestione passata, gareggiando sulla presunta “illibatezza” ed esibendosi in ardite passerelle tra un partito e altro.  Svegliandoci poi alla vigilia delle elezioni sotto di 20 punti percentuali, dando poi la colpa al vento xenofobo e omofobo delle destre populiste della società post liquida". Anche Giacomo Leonelli, ex segretario del Pd ora passato con Azione di Calenda, si dice preoccupato per il mancato rinnovamento del centrosinistra e per certe forme di gestione ormai superate: "L’Umbria è la regione in cui il Centrodestra rispetto a PD/M5S è messo meglio in Italia.  Continuiamo a dare la colpa a quelli che facevano i segretari politici 3 anni fa o magari riflettiamo un attimo sul modo di fare opposizione?".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sondaggio "Aprile" Bidimedia, Umbria: cdestra 57% - csinistra 35,8%. Fora: "Servono idee e progetti credibili, invece solo liti"

PerugiaToday è in caricamento