menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Focus, seminario sui Fondi Ue anti-Covid: "Investimenti per sanità, digitale e innovazione per rilanciare l'Umbria"

Il 26 marzo scorso si è svolto un seminario, a distanza, organizzato dal coordinatore regionale Stefano Zaffera della Associazione Socialismo XXI dell'Umbria e coordinato da Aldo Potenza (Presidente nazionale di Socialiamo XXI) a cui hanno partecipato circa 60 dispositivi collegati a Zoom per un totale di oltre 65 partecipanti. L'obiettivo oltre ad assicurare una completa informazione sulla disponibilità e sulle condizioni poste per usufruire dei finanziamenti europei della Next generation EU, ha affrontato gli aspetti necessari perché l'Umbria possa trarre vantaggio da questa occasione. Alla video conferenza hanno partecipato in veste di relatori l'economista Renato Costanzo Gatti e il sindaco di Ficulle Gianluigi Maravalle.

Renato Gatti con la presentazione di 24 slide ha evidenziato sia la composizione delle risorse che l'UE ha messo a disposizione dell'Italia, sia il quadro economico del nostro Paese. Inoltre ha posto in evidenza le missioni individuate dalla Europa per l'utilizzo delle risorse: digitalizzazione, transizione ecologica, mobilità sostenibile, istruzione e ricerca, inclusione e coesione, sanità. Il relatore nella conclusione ha avanzato proposte riguardo al modo come lo Stato potrebbe intervenire a sostegno delle imprese evitando il rischio che in futuro lo sforzo finanziario dello Stato possa essere vanificato da scelte meramente speculative da parte dei beneficiari. Il sindaco di Ficulle Maravalle ha posto l'attenzione sulle riforme territoriali necessarie per superare la frammentazione esistente e trarre il massimo di beneficio dalle risorse che verranno assicurate alla regione.

Sono intervenuti diversi consiglieri comunali e in particolare il sindaco di Gubbio Filippo Stirati che ha sviluppato alcune riflessioni sulla destinazione delle risorse che verranno all'Umbria. Interessanti contributi sono stati assicurati dai rappresentati delle organizzazioni sindacali: Riccardo Marcelli per la CISL, Claudio Bendini UIL, Roberto Panico CGIL che hanno sostenuto non solo la necessità di completare alcune opere infrastrutturali, ma la necessità di ridisegnare l'orizzonte strategico della comunità economica e sociale della regione.

Ada Girolamini (già assessore regionale dell'Umbria) oltre a esprimere compiacimento per l'iniziativa ha proposto di organizzarne una dedicata al tema della sanità. Il giornalista Giuseppe Castellini ha poi sviluppato un interessantissimo intervento ponendo in luce come ad un aumento della produttività non ci sia stata una adeguata ricaduta sul fronte delle retribuzioni. Tale situazione ha favorito le imprese esportatrici e reso più difficile la condizione delle imprese che vivono di mercato nazionale.

Negli anni 80 i socialisti promossero, grazie alla opportunità offerta dalla Presidenza a loro affidata della Commissione economica permanente della Regione, una giornata di riflessione dedicata alla innovazione come politica economica dell'Umbria, oggi, anche se da una condizione diversa, si impegnano ugualmente perché l'occasione non si riduca alla raccolta delle opere incompiute, ma sia dedicata alla realizzazione di un orizzonte di impegno che valorizzi la ricerca e l'innovazione valorizzando le tante presenze imprenditoriali e la vivacità della presenza universitaria per ridisegnare il futuro economico e sociale dell'Umbria.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento