Il 29 aprile incontro-scontro Regioni-Governo. "Abbiamo chiesto su scuola, trasporti, famiglie e sicurezza.... zero risposte"

La presidente Donatella Tesei all'attacco dopo i tanti no al Decreto da parte delle categorie produttive. "Presenteremo cronoprogramma per le riaperture. Incontro con il governo grazie al nostro impegno"

L'Umbria non molla la presa sul Governo. Non può farlo dopo che la gran parte delle associazioni di categoria hanno chiesto di intervenire per una riapertura certa, possibilmente il 4 maggio, per cercare di arginare lo tsunami economico che rischia di spazzare via gran parte di quelle aziende chiuse da oltre due mesi, senza moratoria su affitti e bollette e con le tasse neanche cancellate ma solo sospese.

La Presidente Tesei ha ribadito che il Governo ha messo il bavaglio alle regioni su ordinanze regionale per aprire ma sono ammesse solo quelle per restringere quel poco di libertà rimasta (a livello sociale e commerciale). Ma si lavora con il Prefetto e sui tavoli nazionali per avere un quadro chiaro sulle date (nella speranza di alcuni passi indietro da parte del Governo) e sui dispositivi di sicurezza per la fase due.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sono tante le domande a cui il presidente Conte non sta fornendo, secondo la Regione, delle risposte: “Abbiamo chiesto al Governo – ha spiegato la Tesei – che ci venga comunicato un piano chiaro sull’uso dei dispositivi e sul loro reperimento. Così come abbiamo chiesto certezze in merito a come e dove i genitori, che torneranno a lavorare, potranno lasciare i loro figli, ed in merito a tutta la materia che riguarda i trasporti pubblici. Domande a cui non ci è stato ancora risposto e che lasciano un’enorme voragine". E ancora: "Grazie alla nostra pressione, abbiamo ottenuto un incontro mercoledì in cui le Regioni chiederanno al Governo un programma di riaperture ben delineato e nero su bianco, non solo attraverso annunci mediatici, e come Regione Umbria sottoporremo anche un nostro cronoprogramma di ripresa"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 18 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 20 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 15 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 16 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Flash | Ordinanza regionale della Tesei: alternanza lezioni a distanza e da casa per studenti delle Superiori

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 21 ottobre: tutti i dati comune per comune

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento