Lunedì, 21 Giugno 2021
Politica

E' scontro sui conti della sanità, Coletto parla di buco ereditato, la Porzi: "Audizione con i manager. I dati dicono altro"

Con una lettera ufficiale il consigliere regionale del Pd chiede una maxi audizione in Prima commissione per fare chiarezza

Richiesta ufficiale di audizione in commissione regionale (la Prima, diretta dal consigliere Nicchi) di tutti i vertici della sanità umbra compreso l’ex direttore generale Claudio Dario per fare il punto sui bilanci passati della sanità regionale e sui costi sostenuti nel periodo di Covid. Una richiesta destinata a far incendiare il clima politico in consiglio regionale che porta la firma del consigliere regionale Dontella Porzi. Motivo dello scontro: le dichiarazione dell'assessore Coletto su un buco pesante ereditato dalla nuova giunta di centrodestra dopo gli ultimi 5 anni di amministrazione di sinistra. 

“Sarà la prima occasione – ha spiegato la Porzi - per chiarire le gravi dichiarazioni dell’assessore Luca Coletto circa la presunta esistenza di un buco di decine di milioni di euro nei conti della sanità umbra. Dichiarazioni gravi, riferite alle passate gestioni, che vengono smentite in modo categorico dai documenti ufficiali. Appare chiaro il tentativo di coprire la disastrosa gestione dell’emergenza Covid-19 e della fase delle vaccinazioni della Giunta Tesei. Coletto dovrebbe sapere, avendo ricoperto ruoli ministeriali, che nella regolamentazione dei rapporti fra lo Stato e le Regioni l’obbligo regionale di garantire l’equilibrio nel settore sanitario, con riferimento a ciascun anno, costituisce uno degli strumenti essenziali del sistema di governance". 

Nella sua lettera ufficiale la Porzi cita anche diversi dati per smentire la narrazione dell'assessore alla sanità: per quanto riguarda l’anno 2016 il risultato di gestione presentava un avanzo di 2,889 milioni di euro; nel periodo 2013-2018 garantito l’equilibrio economico e la Regione avrebbe accantonato risorse per investimenti (pari a circa 140 milioni di euro) destinate all’ammodernamento tecnologico e alla messa a norma delle strutture sanitarie, ad integrazione dei finanziamenti in conto capitale nazionali. 

"L’audizione sarà quindi il primo momento di verità e chiarezza e l’occasione per chiarire i reali motivi della frettolosa dipartita dell’ex direttore generale alla sanità Claudio Dario che ora appaiono molto più evidenti. Su questa storia - ha concluso la Porzi - andremo fino in fondo e faremo emergere tutte le responsabilità”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E' scontro sui conti della sanità, Coletto parla di buco ereditato, la Porzi: "Audizione con i manager. I dati dicono altro"

PerugiaToday è in caricamento