menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Non sono tutte rose e fiori la sanità umbra, dramma lista di attesa: per una mammografia tempi intollerabili

Per una mammografia? Ci si rivede tra un anno nella migliore delle ipotesi, me se c'è qualche intoppo tutto rimandato alla fine del 2018. Non sono tutte rose e fiori per la sanità umbra spesso osannata ma dove non mancano problemi soprattutto in fatto di liste di attesa con il pubblico. La denuncia arriva dal capogruppo di Fratelli d'Italia, Marco Squarta, che ha parlato di una mammografia prenotata per il marzo 2018 a Città della Pieve, altrimenti novembre 2018 a Piazzale Europa a Perugia. 

“È sufficiente recarsi in farmacia per prenotare un esame - ha commentato Squarta - per scoprire che è necessario attendere tredici mesi per una mammografia di controllo a Città della Pieve, che diventano ventidue se la paziente non guida oppure non ha nessuno che la accompagni fuori dal capoluogo di regione".

Secondo Squarta, "la situazione al pronto soccorso, dove in media un codice verde aspetta 50 minuti che possono trasformarsi perfino in 10 ore di attesa, e i tempi biblici delle liste d'attesa confermano che in Umbria la sanità non funziona. E neanche i milioni di euro spesi da Palazzo Donini per Webred sono serviti a migliorare la situazione".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento