Il centro bio-diversità dell'Isola Polvese non si tocca. Per Regione e Arpa è strategico. Ma occhio ai costi

L'annuncio ufficiale è arrivato dall'assessore Roberto Morroni che ha risposto, in consiglio regionale, alla interrogazione dei consiglieri del Pd Meloni e Bettarelli. La riorganizzazione

Non sarà smantellato o depotenziato il “Centro di Ricerche sul cambiamento climatico e sulla biodiversità delle aree lacustri, di Arpa Umbria, che dal 2016 ha sede nell’ex Monastero degli Olivetani dell’Isola Polvese”. L'annuncio ufficiale è arrivato dall'assessore Roberto Morroni che ha risposto, in consiglio regionale, alla interrogazione dei consiglieri del Pd Meloni e Bettarelli sul futuro del centro che, da più parti, si era paventata una sorta di chiusura per via dei costi.

"Siamo preoccupati - avevano scritto nell'atto regionale gli esponenti di minoranza - per eventuali azioni di ridimensionamento che porterebbero alla sua chiusura. Chiediamo quindi alla Giunta un rinnovato impegno sui temi legati alla biodiversità, all’ambiente e alla tutela degli ecosistemi, quali elementi strategici dall’agenda politica nazionale e locale e di sapere quale futuro attende il Centro ricerche di Arpa”. I costi sono alti ma con i dovuti accorgimenti, concertati con Arpa, la Regione è convinta di aver trovato la strada giusta per mantenere il servizio e razionalizzare la spesa. 

Ha spiegato il piano l'assessore Morroni: "Si è ritenuto di tracciare nuove linee di azione: l'operatività sarà da concentrarsi nel periodo aprile-ottobre, poiché il periodo invernale grava di più sui costi da sostenere, quindi apertura non continuativa da novembre a marzo, evitando costi di riscaldamento, pulizia e trasporto del personale. Le attività di campo potrebbero essere effettuate in loco tramite natanti. Da aprile a ottobre il Centro sarà operativo con eventi programmati per minimizzare i costi di gestione".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Saranno mantenuti progetti e ricerche e verranno sostenute e sviluppate quelle strategiche per le finalità del Centro. Sarà mantenuta l'attività di ricerca e sostenuto il nuovo progetto Isola Polvese che riguarda l'unione di scienza, benessere, cibo, educazione ambientale per le scuole i cui studenti saranno accompagnati in visite nell'isola per un laboratorio a cielo aperto dove tutte queste cose si fondono. Dunque per la Giunta regionale che per Arpa il Centro dell'Isola Polvese è considerato strategico e irrinunciabile, così come lo è il laboratorio didattico a cielo aperto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un borgo umbro tra i 20 paesi più belli d’Italia del 2020 scelti da Skyscanner

  • INVIATO CITTADINO Alle sei del mattino due giovanissimi dormono davanti alla vetrina di un negozio: chiamata la Polizia

  • "Aiutatemi", ragazzo trovato nella notte legato a un albero: indagano i carabinieri

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 14 settembre: tutti i dati comune per comune

  • Linea Verde Life fa tappa a Perugia ed elogia l’Antica Latteria di via Baglioni (le immagini)

  • Giovani coppie, single e famiglie con un solo genitore, dalla Regione quasi 4 milioni per l'acquisto della prima casa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento