Anche gli ospedali di Spoleto e Pantalla ingaggiati contro il Covid. "Garantiremo cure di tutte le patologie"

Nuova video-conferenza stampa della Governatrice Tesei: "Situazione difficile e serve l'aiuto di tutti per uscirne". La rete ospedaliera, essendo integrata, coprirà interventi, screening e ambulatori extracovid

Seconda video-conferenza stampa della Governatrice dell'Umbria Donatella Tesei, insieme ai vertici della task-force sanitaria, nel giro di 48 ore. E' la dimostrazione che la situazione contagi in Umbria si sta facendo sempre più difficile e gli scenari - elaborati dalla Regione - spostano ancora lontano il picco. La Presidente ha annunciato due nuove ordinanze per ampliare la rete ospedaliera per fare fronte dei ricoveri gravi e meno gravi Covid.

Questo non vuol dire che saranno ospedali dedicati esclusivamente al virus anche perché il Piano prevede, in massima sicurezza, di portare avanti analisi, interventi chirurgici, screening di altre malattie ben più gravi - come percentuale di mortalità - Insieme a Perugia, Terni e Città di Castello entrano in campo anche contro il Covid - con una riorganizzazione difficile, ma prevista - i nosocomi di Foligno e Pantalla. La rete degli ospedali umbri è totalmente integrata e dovrà collaborare per garantire tutte le attività tradizionali ed extra (coronavirus). E' ovvio che la situazione anche per Spoleto e Pantalla non sarà come quella di prima. Per l'ospedale della Media Valle del Tevere gli spazi Covid saranno dedicati a pazienti meno gravi ma che necessitano di ricoveri (30 posti letto subito e aumentabili).

L'Ospedale di Perugia e Terni resteranno misti perchè hanno eccellenze fondamentali per gestire le altre patologie. La Tesei ha annunciato anche l'imminente convenzione anche per un altro Hotel Covid: dopo quello che è già attivo a Città di Castello. Anche nell'altra struttura  si potranno ospitare persone che devono fare la quarantena e non possono farla in casa propria per evitare la diffusione del contagio. Le ordinanze sui nosocomi andranno avanti fino al 30 gennaio 2021. Poi passata l'emergenza si tornerà alla normalità dei servizi. Questo almeno è l'auspicio.

La Presidente Tesei ha voluto cancellare le voci di questi ultimi giorni e allo stesso tempo ha richiamato tutti i territori a lavorare per il bene dell'Umbria e non solo del proprio campanile: "Smentisco qualsiasi voce di depotenziamento dopo l'emergenza per certi nosocomi. Tutta la rete, una volta arginata la pandemia, tornerà a svolgere gli stessi servizi di prima. Anzi abbiamo previsto una riorganizzazione che potenzierà la nostra sanità. In paricolare gli Ospedali di Spoleto e Pantalla".

Intanto si è trovato un accordo quadro con i medici di medicina generale - il cosiddetto medico di famiglia - per un nuovo ruolo sul territorio anti-convid, sulla possibilità di eseguire dei test direttamente negli ambulatori. Inoltre i test rapidi a breve potrebbero essere venduti direttamente dalle farmacie pubbliche e private. "Ribadisco che la situazione è molto difficile e in continua evoluzione - ha ribadito la Tesei - e quindi dobbiamo farci trovare sempre pronti a mettere in campo nuove soluzioni. Non escludo una riorganizzazione, in chiave covid, anche il protagonismo di altre strutture ospedaliere. E' necessario fare tutti squadra. Evitando assembramenti e rischi inutili".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • In forma dopo i 40/50 anni, ecco la dieta giusta

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 19 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 21 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 20 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 23 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 24 novembre: tutti i dati comune per comune

Torna su
PerugiaToday è in caricamento