Rifiuti selvaggi ed esche avvelenate: a Città di Castello via libera alle 'fototrappole'

Il documento che disciplinerà l'installazione dei dispositivi, per ora quattro, è stato approvato all'unanimità dal consiglio comunale

Fototrappole per contrastare il fenomeno del rifiuto selvaggio e delle esche avvelenate. Il consiglio comunale di Città di Castello e ha approvato all'unanimità il regolamento che disciplinerà l'installazione dei dispositivi, che per il momento saranno quattro. A illustrare il testo Luca Secondi, assessore ai Lavori Pubblici: “Nel regolamento è prevista anche la cartellonistica che verrà installata in diversi siti in modo che molte situazioni possano essere oggetto di monitoraggio”.

Cesare Sassolini, capogruppo di Forza Italia, ha detto che "il problema delle esche avvelenate mi trova molto sensibile e ho chiesto di inserire anche questo nel regolamento, ma non ho trovato alcun riferimento al contrasto di atti contro la salute degli animali con esche avvelenate”. Ha quindi proposto un emendamento in tal senso mentre Emanuela Arcaleni, consigliere di Castello Cambia, ha ringraziato perché “la proposta delle fototrappole è stata ricevuta dall’amministrazione. Il regolamento è condivisibile. Attualmente ci sono solo 4 dispositivi. C’è l’intenzione di incrementarne il numero ai fini del controllo della sicurezza? Il cedimento dei dati ad altre titolare previsto nell’articolo 19 al termine del monitoraggio che cosa implica?”.

Ha preso la parola anche Marcello Rigucci del Gruppo Misto: “Sulla strada 106 ci sono continui abbandoni di rifiuti. Togliamo i contenitori dell’indifferenziato. Molto dipende dai ritardi nel recupero dei prodotti”. È stata poi la volta di Vittorio Morani, capogruppo del Psi: “Il rifiuto selvaggio va arginato e le fototrappole sono una soluzione ad un costo irrisorio. Sono tanti i comuni che le hanno già installate. Poniamoci come obbiettivo il rispetto del territorio. La politica deve prendere posizione contro chi crea degrado anche nei parchi cittadini, spesso con le esche avvelenate. Ci sono ancora cittadini che sversano rifiuti in modo scorretto. Bisogna intervenire. Voteremo favorevolmente”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Luciano Tavernelli, consigliere del Pd, ha parlato di “un regolamento che non è un’intrusione sulle privacy. Ne avrai fatto a meno se ci fosse stato un senso di responsabilità che non abbiamo raggiunto. Contro esche avvelenate e rifiuti abbandonati, il regolamento è di civiltà per la salvaguardia ambientale. Quattro è solo l’inizio. Si potrebbe usare il circuito di telecamere già esistenti perché spesso vengono utilizzate quelle dei privati. Sensibilizzare va bene ma anche garantire un servizio efficiente contro la tentazione di abbandoni”. ’assessore Secondi infine nella replica ha detto: “Anch’io spero che i dispositivi possano essere implementati. La cartellonistica diventa deterrente. I dati saranno ceduti al titolare inteso dal punto di vista giuridico e penale in caso di infrazione. Abbiamo fatto importanti investimenti sulla videosorveglianza intramuraria. Sulle telecamere private e pubbliche c’è disciplina molto diversa. Alcune prefetture hanno usato lo strumento del censimento”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il buono postale regalato dalla nonna è scaduto e non pagabile, la nipote vince la causa

  • Perugia-Ancona, incidente tra auto e camion: muore 30enne

  • Fiera dei Morti, il Comune di Perugia pubblica l'avviso per gli operatori

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 20 settembre: tutti i dati comune per comune

  • Massacra la madre a furia di pugni e calci, cerca di bruciarla viva e poi scappa: catturato

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 21 settembre: tutti i dati comune per comune

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento