menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Regionali 2015, Ricci schiera le truppe civiche: tre liste per diventare governatore

Giudizio secco sulle primarie di centrodestra: "Basta viaggi della speranza". Al via i comitati "Noi per il cambiamento"

"Dobbiamo rendere possibile l'impossibile". Termina così il suo lungo discorso Claudio Ricci dopo avere parlato per ben venti minuti senza sosta, mettendo in chiaro tutti i punti essenziali di questa corsa verso "la vittoria". Dalla presentazione dei simboli delle tre liste che lo appoggeranno alla statistica pura e semplice, pare proprio che il sindaco di Assisi sembra aver fatto già i dovuti conti.

E se da una parte Forza Italia non ha ancora fatto un nome, pare proprio che Claudio Ricci sia riuscito ad accaparrarsi le simpatie di una parte del partito. A fare capolino all'Umbria fiere Pietro Laffranco e Varasano, Rocco Valentino e il sindaco di Deruta Verbena. Ma se qualcuno si chiede se le primarie si faranno, l'aspirante presidente della regione promette: "Basta viaggi della speranza e telefonate", lasciando però una porta aperta "sono pronto a dialogare". Della serie "non cerco più nessuno".

Ma andando nel concreto il sindaco di Assisi propone: "La creazione di un organismo che possa ogni due mesi mettere insieme le idee dei sindaci". Parla di un'Umbria tecnologica, turistica e nuova. E per quanto riguarda i progetti nel breve periodo? "Il 24 gennaio prossimo alle 15, presso al Parco Hotel daremo vita ai comitati 'noi per il cambiamento', dove inviteremo i cento dei coordinatori dei comitati per creare insieme un progetto per la Regione Umbria. I comitati dovranno essere mantenuti anche dopo le elezioni per comprendere le reali esigenze del territorio, perché le esigenze si rinnovano, cambiano".

In prima linea ci sono invece gli amici di sempre. Di Ncd non manca proprio nessuno: da Massimo Monni a Massimo Mantovani fino a Emanuele Salcarponi, solo per citarne alcuni, sono tutti presenti. Ma l'appoggio sembra arrivare anche da Fratelli d'Italia con Andrea Lignani Marchesani che applaude al sindaco di Assisi. A rispondere all'appello pure Lega Nord con i neo aderenti del partito, come Michelangelo Felicioni. E chissà se l'hastag #noiperilcambiamento avrà il suo effetto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, Assisi in lutto: è morto Mauro Venarucci

Attualità

Coronavirus in Umbria, vaccini anche in farmacia: c'è l'accordo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento