Prezzi di alimenti gonfiati durante l'emergenza sanitaria? La Lega chiede intervento della Giunta

Al capogruppo regionale Pastorelli numerose le segnalazioni da parte dei cittadini

L'aumento dei prodotti alimentari, in questo periodo di emergenza sanitaria, è al centro di un dibattito e proteste dei clienti e delle associazioni di consumatori. Molti anche gli umbri che hanno segnalato alcune situazioni anche ai rappresentanti del consiglio regionale. Il capogruppo della Lega, Stefano Pastorelli, ha annunciato una informativa alla Giunta regionale con l'obiettivo di svolgere un monitoraggio e stroncare eventuali speculazioni. 

“L’aumento dei prezzi di beni di prima necessità è una scelta senza senso e completamente ingiustificata. Chiederà alla Giunta di intervenire per porre un freno a questa pratica vergognosa” ha affermato Pastorelli "Ho ricevuto segnalazioni da parte di tanti cittadini che lamentano un aumento dei prezzi di beni di prima necessità in alcuni supermercati in Umbria. In un periodo come questo caratterizzato dall'emergenza sanitaria e nell'ottica di un quadro nazionale generale che vede l'acuirsi delle problematiche economiche per le famiglie e perdita di posti di lavoro, tale scelta appare senza senso e completamente ingiustificata. La strada da percorrere dovrebbe essere quella opposta: ridurre i costi degli alimenti per consentire a molti cittadini che hanno ricevuto i buoni spesa dai comuni, di acquistare quanto più possibile per vivere in maniera dignitosa e assicurare un pranzo e una cena ai propri cari”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La Lega Umbria chiederà la giunta regionale e agli organi preposti di appurare l’effettiva differenza di prezzo rispetto al periodo precedente all’emergenza sanitaria, relativamente ad alimenti e altri beni in vendita nei supermercati. "In caso di risposta positiva – ha concluso - chiederò di intervenire affinché venga posto un freno a tale pratica vergognosa”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza regionale: centri commerciali e negozi chiusi la domenica. Tutti i provvedimenti

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 24 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 23 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 21 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 20 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 22 ottobre: tutti i dati comune per comune

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento