Politica

Perugia, dal Comune via libera al progetto della scuola di volo all'aeroporto

Respinta la richiesta di rinvio in commissione da parte di Tizi (M5s): il consiglio approva la delega per la partecipazione alla conferenza dei servizi che discuterà sul merito della realizzazione del polo di formazione aeronautica in variante al Piano regolatore

Dopo uno 'scontro' in avvio di seduta alla fine il Consiglio comunale di Perugia ha dato il via libera per l’assegnazione della delega per la partecipazione del Comune alla conferenza dei servizi che discuterà sul merito della realizzazione del polo di formazione aeronautica in variante al Prg (Piano regolatore generale). 

A rinviare la discussione ha provato Francesca Tizi, capogruppo del Movimento 5 Stelle, chiedendo un ulteriore approfondimento in discussione sostenendo che ci siano state delle irregolarità e criticità nella procedura seguita dal progetto, fiancheggiata da Francesca Renda, capogruppo di Blu, che ha a sua volta sollevato alcune criticità rispetto alla relazione tecnica urbanistica, a suo avviso incompleta, e alla non rispondenza della procedura all’art. 3 comma 4 del DPR 382/94. Al contrario, sia il presidente del consiglio Nilo Arcudi, che la presidente della III Commissione Cristiana Casaioli hanno ribadito la correttezza e la completezza della discussione sia in termini di audizioni che della documentazione a disposizione dei consiglieri, ribadite dal segretario generale Vichi e il dirigente Marini intervenuti a spiegare le varie tappe dell’iter del progetto e la trasparenza dell’operato degli uffici. Ha chiesto di passare alla discussione anche il forzista Michele Cesaro mentre ha appoggiato la richiesta di rinvio in commissione Sarah Bistocchi, capogruppo del Pd comunque favorevole al progetto considerato come un 'opportunità. Si è passato così ai voti e la mozione di rinvio della consigliera Tizi, è stata respinta con 20 voti contrari (maggioranza), 11 favorevoli (i consiglieri Pd, Idee Persone Peruia e M5S) e un'astensione (Giubilei).

Il lavoro agile abbatte traffico ed inquinamento, è sicuro e fa rispamiare il Comune

L’assemblea è passata quindi alla discussione della pratica relativa all’Aeroporto internazionale dell’ Umbria - Progetto per la realizzazione di polo di formazione aeronautica in variante al PRG. Delega per partecipazione in conferenza di servizi ai sensi dell’ art. 3 del D.P.R. 383/1994, illustrata dalla stessa presidente della III Commissione Casaioli, che ha anche ricordato come la stessa sia stata licenziata con 13 voti a favore e due astenuti. Nell’atto -ha ricordato Casaioli- si evidenzia che la società “19-01 Holding s.r.l.” ha presentato alla S.A.S.E. (gestore) e all’ENAC un progetto per la realizzazione e la gestione di un “polo di formazione professionale a vocazione aeronautica”, presso l’Aeroporto “San Francesco d’Assisi”. Il progetto ricade nella parte occidentale del sedime aeroportuale ed interessa un’area pianeggiante di circa 10 ettari posta a nord dell’aerostazione. È prevista la realizzazione di nove edifici principali aventi una superficie utile totale di circa mq 46.500.

Al termine, la pratica è stata approvata con 28 voti a favore (gruppi di maggioranza e centro-sinistra), 2 astenuti (Renda e Mori), mentre la capogruppo M5S Tizi, pur presente, non ha votato e la sua collega Morbello non ha partecipato al voto, uscendo virtualmente dalla seduta.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perugia, dal Comune via libera al progetto della scuola di volo all'aeroporto

PerugiaToday è in caricamento