"Pubblicità che invitano a fare causa anche per pazienti deceduti Covid 19. Messaggio inaccettabile"

La denuncia del senatore della Lega Luca Briziarelli che ha raccolto diverse segnalazioni sue questi messaggi realizzati da alcune società specializzate in risarcimenti in presunti casi di malasanità

“Nelle bacheche vicine ai reparti di ospedali in cui si curano i malati di Coronavirus e su internet si incontrano pubblicità che invitano a rivolgersi a società che si occupano di risarcimento danni per casi di malasanità, anche per Coronavirus": lo denuncia a livello nazionale il senatore umbro della Lega Luca Briziarelli che ha raccolto diverse segnalazioni da parte del personale medico impiegato nella lotta senza orario contro il nemico invisibile che è il coronavirus. C'è chi cerca di sfruttare questa situazione omettendo che ad oggi non c'è una cura medica e che tutto quello che si sta facendo è in via sperimentale. E proprio i medici, gli infermieri e Oss sono in prima linea rischiando la vita restando a loro volta contagiati.  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Il messaggio implicito - ha denunciato Briziarelli - è di fare causa ai medici che si sono occupati di pazienti purtroppo deceduti. È un messaggio offensivo e inaccettabile. In questa emergenza, medici, infermieri e volontari sono costretti a operare in prima linea, giorno e notte, in condizioni d’emergenza, senza preoccuparsi della fatica e del rischio di contagio, tutta la cittadinanza dovrebbe solo ringraziarli". Briziarelli ha chiesto la collaborazione di ordini professionali, come quello degli avvocati, per vigilare su certi messaggi: "Quelle pubblicità vanno rimosse e su di esse dovrebbe vigilare l'Ordine degli Avvocati per valutarne la correttezza jn termini deontologici. Il legittimo dolore delle famiglie che perdono i propri cari non deve diventare oggetto di speculazione. Allo stesso modo, pur non conoscendo i dettagli, desta preoccupazione la scelta di aprire fascicoli per omicidio colposo per vittime del coronavirus a carico di sanitari".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: 4 positivi a Passignano sul Trasimeno, il sindaco blocca eventi, feste e cerimonie

  • Tragedia in Grecia: a Solomeo l'ultimo saluto a Carlotta Martellini, fiore appassito troppo in fretta

  • L'ultimo saluto a Carlotta Martellini, il funerale fissato per sabato 1 agosto a Solomeo

  • Scooter parcheggiato davanti alla porta di casa per una notte intera: "Complimenti, il centro è tutto tuo"

  • Tragedia di Mykonos, Carlotta e la sua risata: il ricordo delle amiche. Il professore ai genitori: "Avete solo cercato la felicità di vostra figlia"

  • Coronavirus in Umbria, è un neonato il nuovo paziente ricoverato a Perugia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento