menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Terremoto, il pressing della Lega porta frutti: proroghe vitali per le famiglie dei terremotati

Per evitare dramma nel dramma il commissario ha confermato una serie di interventi economici

Buone notizie per il popolo dei terremotati arrivano da Roma sul "carro" della Lega che con i suoi deputati ed onorevoli stanno facendo forti pressioni, con richieste, al commissario Paola De Micheli. Per evitare dramma nel dramma il commissario ha confermato, secondo i leghisti, una serie di proroghe importanti: della scadenza della busta pesante e l'ulteriore rateizzazione, del congelamento del pagamento delle utenze e dello stop dei mutui sino al 2020. E' prevista anche la riapertura dei termini per la presentazione delle domande per accedere ai benefici della zona franca urbana. "Riteniamo che questi siano aspetti positivi perché come Lega ci siamo battuti molto per aiutare gli abitanti delle zone colpite dal terremoto ma la strada da fare è ancora molta e il ritardo accumulato imperdonabile".

I deputati e senatori della Lega hanno previsto una serie di correzioni e integrazioni affinchè siano inserite nel decreto. Tra queste la revisione dei parametri per il calcolo del contributi per la ricostruzione che - spiegano i leghisti - attualmente non sono sufficienti a coprire i reali costi delle famiglie e delle imprese. "Nel decreto manca anche un'ulteriore spinta nell'ottica di una maggiore sburocratizzazione per questo chiediamo la modifica della procedura di autorizzazione in zona sismica prevista dalla legge 380 del 2001 per le zone sismiche per semplificare la procedura sulla base della complessità degli interventi richiesti per - concludono i leghisti -  ridurre i tempi di approvazione".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Come ti frego il pacco lasciato dal corriere… se non sei svelto a ritirarlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento