menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, la vice-presidente Fioroni: "Servono più risorse per i buoni spesa. Alcune famiglie non avranno nulla"

La denuncia porta la firma del vice-presidente del consiglio regionale, Paola Fioroni che ha raccolta le difficoltà di alcuni sindaci oltre che alcune famiglie in difficoltà

“I comuni umbri hanno completato, o sono in procinto di farlo, la distribuzione dei buoni spesa alle famiglie in difficoltà a causa delle misure restrittive adottate per contenere l’epidemia di coronavirus. Il Governo preveda nuovi interventi”. La denuncia porta la firma del vice-presidente del consiglio regionale, Paola Fioroni che ha raccolta le difficoltà di alcuni sindaci oltre che alcune famiglie in difficoltà. 

“Le domande sono state presentate - ha spiegato la Fioroni - in numero di gran lunga superiore rispetto alle poche risorse messe a disposizione dal Governo. Solo in Umbria  sono state oltre ottomila ed i dati dell’Anci non sono ancora definitivi. Inoltre ogni Comune ha adottato strategie differenti a seconda di opportunità e di esigenze del territorio. Tutto questo metterà i nostri sindaci in grave difficoltà perché per continuare a dare immediata risposta alle necessità dei cittadini, nel migliore dei casi dovranno aiutare i cittadini con risorse provenienti dai loro bilanci, già messi a dura prova per il rinvio delle scadenze fiscali”.

La dimostrazione della necessità dei fondi aggiuntivi da parte del Governo sarebbero le numerose raccolte di nuovi fondi, tramite donazioni di cittadini e imprese, promosse da alcune amministrazioni comunali, Perugia in testa, per sostenere tutte le richieste e le difficoltà ipotizzabili nei prossimi mesi.  “In questo momento così drammatico - conclude Fioroni -, in attesa di ulteriori misure governative, con le Regioni impegnate autonomamente a farsi carico di numerose incombenze, assume un ruolo ancora più fondamentale la solidarietà. Per questo molti Comuni, già supportati dal volontariato nel rispondere ai numerosi bisogni, hanno attivato raccolte volte ad incrementare i fondi per i buoni spesa. Dove non arriva lo stato possiamo fare molto tutti noi”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento