Venerdì, 14 Maggio 2021
Politica

Capitale Cultura, elogi all'Umbria ma zero titoli: "Il ministro spieghi i parametri di valutazione"

Terni e Spoleto non sono riuscite ad ottenere il titolo di Capitale italiana della Cultura, così come avvenne lo scorso anno per Perugia – Assisi, rimaste fuori dalla corsa finale come Capitale europea. Una doppia, o meglio tripla beffa per l’Umbria. Ed ora il caso finisce in Parlamento: l’onorevole Pietro Laffranco di Forza Italia, ha infatti presentato un’interrogazione al Ministro della Cultura Dario Franceschini, per chiedere spiegazioni e conoscere i dettagli dell’intera operazione. 

“Indubbiamente l’Umbria è la regione che ha ottenuto il miglior risultato, potendo vantare ben due città, di cui una capoluogo di provincia, tra le nove finaliste – scrive il deputato forzista – ma dopo aver superato l’esame tra le 24 in lizza, e la scrematura di sette sedute della speciale commissione, non hanno avuto alcun riconoscimento. Lo stesso presidente Carmeli, ha elogiato i dossier presentati dalle singole città – sottolinea Pietro Laffranco – chiedo pertanto al Ministro  Franceschini di venire nell’aula della Camera, per spiegare nel dettaglio i criteri con cui la commissione ha proceduto alla decisione, e per illustrare i singoli punti di forza e debolezza delle candidature umbre, anche al fine di rimuovere dubbi sulla trasparenza delle decisioni”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Capitale Cultura, elogi all'Umbria ma zero titoli: "Il ministro spieghi i parametri di valutazione"

PerugiaToday è in caricamento