rotate-mobile
Politica

Messaggio alla Tesei da Fratelli d'Italia: "Subito un cambio di passo (e rimpasto) o non sarai più la nostra candidata"

Durissima presa di posizione dei vertici nazionali - Lollobrigida, vicinissimo alla Meloni - e dalla base nell'ultima assemblea regionale

“Vogliamo, che dopo mezzo secolo di sinistra, si possa vedere quale è l’Umbria del centrodestra. Il cambiamento tanto atteso e sognato che finora non abbiamo visto”. Primo bombardamento, seppur non letale, del coordinatore regionale Franco Zaffini. “Se Fratelli d’Italia non può incidere nelle politiche regionali in quanto perdura la sua assenza dalle responsabilità di Governo, allora appare evidente che la Tesei non potrà ancora essere la nostra candidata alla presidenza di questa Regione”: replica esplosiva nettamente più forte che arriva dall'uomo ombra della leader della Destra, Giorgia Meloni, stiamo parlando dell'onorevole Lollobrigida.

Fratelli d'Italia nell'assemblea regionale che si è svolta ad Assisi ha inviato due messaggi molto pesanti e dal forte sapore di ultimatum: il primo, serve un cambio di passo del governo regionale, a partire dalla sanità, prima di arrivare alle urne con zero possibilità di un "bis"; secondo messaggio se non farai il rimpasto mettendo un assessore di Fratelli d'Italia, il maggior partito del centrodestra (secondo i sondaggi) non ti ricandida. Destinatario dei messaggi la Governatrice dell'Umbria Donatella Tesei. In verità c'è anche un messaggio che arriva dai consiglieri, assessori e circoli: "la gente è arrabbiata perchè le promesse di cambiamento e di ascolto dei territori prese in campagna elettorale non sono state rispettate". Da qui quella frase a mantra che è emersa negli interventi ed è stata scolpita a fuoco nella nota ufficiale: "situazione totalmente insostenibile".

Il 2022 alle porte sembra essere ormai l'anno della svolta o del crollo (anticipato difficile, prima del voto realistico se la ferita non sarà ricucita). Il rimpasto di Giunta - evitato dalla Tesei con il caso Melasecche - ora ritorna drammaticamente di moda oltre che la sottoscrizione di un nuovo patto di Governo da qui alla fine della legislatura. "Ci attendono mesi di decisioni e sfide che riusciremo a vincere - hanno ammesso i vertici della destra umbra - solo se saremo in grado di tradurre in fatti concreti le intenzioni. I cittadini ci chiedono soluzioni, non possiamo continuare a portare sui tavoli solo parole. Quel cambiamento di cui siamo bandiera nelle città deve diventare modello anche in Regione e Fratelli d’Italia non vuole guardare dal buco della serratura ma fare la sua parte".

Come è suo costume la Presidente non risponde al bombardamento mediatico preferendo il lavoro e i colloqui interni. Resterà contraria al rimpasto? Rilancerà l'unità del centrodestra anche tornando sui territori con un nuovo crono-programma? Oppure si giocherà la sua partita con le carte che ha in mano, forte anche di una crescita economica che fa ben sperare? 
Ps: i cattivi malignano: ma quali e quanti sono i potenziali nomi per un assessorato in quota Fratelli d'Italia? Uno, centomila o nessuno?  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Messaggio alla Tesei da Fratelli d'Italia: "Subito un cambio di passo (e rimpasto) o non sarai più la nostra candidata"

PerugiaToday è in caricamento