Domenica, 17 Ottobre 2021
Politica

"Un lavoro comune contro nemico comune": siglata pace tra maggioranza e opposizione, atto unico anti-Covid

L'accordo prevede anche l'istituzione di una commissione dove confrontarsi e dialogare per delle strategie comuni

"Un lavoro comune contro nemico comune": la pandemia è sempre più forte, il rischio crollo della sanità umbra è serio, e siamo talmente messi male che persino maggioranza e opposizioni, dopo polemiche e sfiduce continue, hanno deciso di siglare una pace temporanea nel nome dell'unità regionale. Tutto è venuto fuori dalle relazioni sulla gestione Covid della Presidente Tesei e la contro-relazione di Bori Pd: attacchi si ma anche mano tesa da entrambe le parti. Ed ecco che gli ambasciatori di centrodestra e centrosinistra si sono messi al lavoro per siglare la prima storica risoluzione unitaria firmata da tutti i capigruppo regionali. Un testo unico che ha partorito l'idea di una commission speciale, un luogo di dialogo, tra gli schieramenti specifico alla lotta al coronavirus. 
 
“Si accoglie l’appello della presidente Tesei - ha spiegato Eleonora Pace, capogruppo di Fratelli d'Italia - e di tutte le forze politiche presenti in Aula a mettere in campo ogni sforzo possibile nell’unico e esclusivo interesse di tutta la comunità umbra, richiamando tutte le forze politiche ad un univoco senso di responsabilità, APRENDO UN LUOGO DI INTERLOCUZIONE. Si invita a proseguire il lavoro nel RAFFORZAMENTO DEGLI ORGANICI delle strutture ospedaliere e dei servizi socio sanitari territoriali anche alla luce dell’ulteriore potenziamento delle terapie intensive e sub intensive previsto all’interno del piano di contenimento dell’emergenza covid". Nella nota congiunta si ribadisce l’impegno a stimolare e sostenere l’azione regionale per mettere in campo risorse per SUPPORTARE ECONOMICAMENTE E SOCIALMENTE IL TESSUTO PRODUTTIVO e ogni possibile intervento per cittadini, famiglie, associazioni e imprese". Nella nota si esprime anche un sentito ringraziamento e profonda vicinanza per l’enorme lavoro di "dirigenti, medici, infermieri e tutto il personale socio sanitario chiamato a fronteggiare questa difficile emergenza”.

Per la minoranza Tommaso BORI (Pd) ha ricordato che “la firma dei gruppi di opposizione a questo documento dimostra la volontà di APRIRE UNA FASE NUOVA rispetto al dibattito interno a quest’Aula. Speriamo di poter dare un contributo che ci veda TUTTI UNITI IN UNA BATTAGLIA AL SERVIZIO DELLA NOSTRA COMUNITÀ. Vogliamo alzare il livello del dibattito, riportando lo scontro politico a confronto istituzionale. Oggi siamo ad un punto di svolta, a un cambio di marcia. La risoluzione è un punto di sintesi, uno sforzo comune che non vede qui nessun nemico, ma avversari politici che hanno una sfida comune, contro un nemico vero che è la pandemia". Auspichiamo che questo LUOGO DI CONDIVISIONE e di confronto venga convocato il prima possibile". 

Il vice-presidente della Giunta regionale, Roberto Morroni, capogruppo anche di Forza Italia ha considerato un ottimo punto di partenza, la risoluzione comune per una nuova lotta al Covid in Umbria, siglata da tutti i capigruppo regionali di maggioranza e opposizione. “L’Assemblea Legislativa dell’Umbria ha offerto oggi una bella prova di maturità politica e di senso di responsabilità, approvando all’unanimità una risoluzione sulla crisi pandemica che la regione sta affrontando. Un’unità di intenti preziosa e fondamentale, favorita dalla relazione della Presidente Tesei – sottolinea Morroni - che è stata un esempio di equilibrio, concretezza e rigore istituzionale”.

Soddisfatto dell'unità anti-Covid l'influente capogruppo del Patto Civico (il centro del centrosinistra) Andrea Fora:  “La presidente dimostra anche oggi un alto profilo istituzionale. Sancire una tregua istituzionale, che prosegua nei prossimi giorni anche nei mezzi di informazione, è un segnale importante. Come minoranza stiamo garantendo un profondo senso delle istituzioni. L'ospedale militare montato a Perugia dimostra la presenza dello Stato e l’impegno per affrontare l'emergenza. Al nostro personale sanitario deve andare il nostro forte ringraziamento".
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Un lavoro comune contro nemico comune": siglata pace tra maggioranza e opposizione, atto unico anti-Covid

PerugiaToday è in caricamento