menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dossier Covid | Ospedale Civitanova Marche in caso di emergenza: "Giusto, noi abbiamo curato pazienti da tutta Italia"

"Anche noi abbiamo curato pazienti provenienti da Marche, Toscana e Lazio, sia in fase 1 che in fase 2.Il consulente Bertolaso, senza poter decisionale è a costo zero, lo dobbiamo solo ringraziare"

Le polemiche sul possibile utilizzo dell'Ospedale Covid di Civitanova Marche - pensato e realizzato da Bertolaso nella fase 1 in favore delle Marche, all'epoca duramente colpita - previsto nel Piano di Emergenza dell'Umbria sono state respinte dalla task-force regionale e soprattutto dalla Governatrice Tesei che nel dossier Covid Umbria analizzato in consiglio regionale ha voluto ribadire che non è una resa della sanità umbra, ma una semplice opportunità: "L’ipotesi ospedale di Civitanova Marche è solo per la gestione di un eventuale picco di incrementi in attesa della realizzazione completa del Piano di salvaguardia, quindi è da intendersi come misura residuale, al momento non ce n’è bisogno".

L'Umbria tra l'altro, senza nessuna polemica da parte di nessuno, nella prima fase della pandemia, quella più difficile da un punto di vista sanitario, ha messo a disposizione terapie intensive e posti letto a pazienti italiani provenienti da altre regioni:  "Anche noi abbiamo curato pazienti provenienti da Marche, Toscana e Lazio, sia in fase 1 che in fase 2.Il consulente Bertolaso, senza poter decisionale è a costo zero, lo dobbiamo solo ringraziare". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento