rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022
Politica

Covid e variante Omicron, Bori (Pd) contro Tesei: "Servono decisioni pesanti: ordinanza è acqua fresca. Umbria record di positivi"

"La Fondazione GIMBE certifica un aumento dell’86 per cento, quasi mille nuovi positivi in 24 ore, il dato più alto di tutta Italia e il dilagare della variante omicron, largamente sottovalutata dalla Giunta Tesei”: l'attacco porta la firma del consigliere regionale del Pd, Tommaso Bori, che ha attaccato pesantemente la strutture regionale e l'operato della Governatrice a riguardo della pandemia. 

"I casi aumentano in maniera esponenziale - ha continuato - il tracciamento è di nuovo in tilt soprattutto per mancanza di personale che è appena stato dimezzato dalla Giunta, gli umbri sono costretti ad estenuanti attese per essere contattati e poi sottoporsi al tampone. Non ci sono abbastanza postazioni drive through e gli hub vaccinali appaiono insufficienti per imprimere alla campagna vaccinale quell’accelerazione necessaria. Però la Giunta Tesei ha trovato il tempo, ma soprattutto il coraggio, di dire che va tutto bene”.

Bori chiede scelte forti da parte del Governo regionale definendo acqua fresca l'ordinanza regionale: "Sarebbe ora che la presidente Tesei e la sua Giunta iniziassero a governare la pandemia e a prendere scelte forti, senza dover chiedere aiuto prima al Governo, come nel caso dei medici che avrebbero potuto assumere, e ora agli amministratori locali oppure, ancora peggio, direttamente ai cittadini, ai quali si ‘raccomanda’ il tampone prima delle occasioni di incontro. Servono scelte, decisioni e azioni concrete e tempestive – conclude - per non abbassare la guardia, di fronte ad una nuova ondata e alla variante Omicron, largamente diffusa e ampiamente sottovalutata. Gli umbri meritano di meglio”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid e variante Omicron, Bori (Pd) contro Tesei: "Servono decisioni pesanti: ordinanza è acqua fresca. Umbria record di positivi"

PerugiaToday è in caricamento