rotate-mobile
Politica

Governo Tesei | Approvata la finanziaria regionale 2023-2025: in pillole tutti gli obiettivi, gli investimenti e la visione

Confermata per il terzo anno consecutiva l’invarianza della pressione fiscale regionale e la riconferma delle agevolazioni fiscali vigenti

Via libera dell’Assemblea legislativa dell'Umbria alle Disposizioni per la formazione del bilancio di previsione 2023-2025 (Legge di stabilità regionale 2023) e al Bilancio di previsione della Regione Umbria 2023-2025. Parte dunque la seconda fase della legislatura della Giunta regionale guidata dal centrodestra che appoggia la Governatrice Donatella Tesei,. 

La manovra di bilancio 2023-2025, come spiegato dal relatore di maggioranza Daniele NICCHI (Lega-presidente Prima commissione) in consiglio regionale,  punta a fronteggiare la crisi attuale, mirando a creare le condizioni per una ripartenza economica e sociale della Regione. Da sottolineare l’invarianza della pressione fiscale regionale e la riconferma delle agevolazioni fiscali vigenti. La Regione è riuscita anche a trovare risorse per cofinanziare la nuova programmazione europea (quota salita al 18%). 

Gli obiettivi: rafforzare azioni e interventi per la ripresa delle attività economiche e delle imprese; incentivare interventi a sostegno delle famiglie, dei giovani e dei soggetti in condizioni disagiate, garantire il forte sostegno agli investimenti, considerati volano per la ripresa e lo sviluppo economico, anche attraverso il ricorso a nuovo debito. Inoltre sono stati incrementati di 1,3 milioni di euro gli stanziamenti per le spese difunzionamento dell’Ente per far fronte all’incremento dei costi energetici per le sedi e gli immobili di proprietà regionale.

GLI INTERVENTI SETTORIALI - Le principali scelte di questa manovra regionale

TRASPORTI E VIABILITÀ - C’è un incremento degli stanziamenti già previsti per il Tpl di quasi 13 milioni di euro nel 2023 e di oltre 25 milioni nel triennio; 500mila euro per il Minimetro di Perugia e 100mila per la funicolare di Orvieto; la conferma di 3 milioni all’anno alle Province per la manutenzione straordinaria sulle strade regionali e 2 milioni annui per la manutenzione stradale; 4 milioni all’anno per l’Aeroporto internazionale S. Francesco di Assisi.

TURISMO E SPORT un milione e mezzo per l’impiantistica sportiva; un milione di euro per il 2023 per gli interventi di adeguamento strutturale del Palabarton in vista degli Europei di volley; a favore del turismo lento ci sono 400mila euro nel 2023 e 423mila nel 2024 per il potenziamento della ciclovia Assisi-Spoleto, della ciclovia Francescana e della ‘Via di Francesco’ e per la realizzazione della ‘Ippovia di Francesco’. Per le

POLITICHE CULTURALI E IL DIRITTO ALLO STUDIO è previsto un incremento di 240mila euro nel 2023 e di 140mila negli anni successivi per gli interventi a favore dello spettacolo; un incremento di 20mila euro per il sostegno delle manifestazioni storiche; un incremento di 300mila euro per la Fondazione Umbria Jazz; 70mila euro all’anno per il Laboratorio di diagnostica per i beni culturali di Spoleto; 180mila euro per il diritto allo studio; 425mila euro all’anno per i servizi socio-educativi per la prima infanzia; 150mila euro all’anno per il piano di investimenti dell’Adisu. 

l’AGRICOLTURA 100mila euro per la prevenzione e la lotta contro gli incendi boschivi; 50mila euro per i danni provocati alle produzioni zootecniche dalla fauna selvatica; 300mila euro per l’Associazione Allevatori regionali. 

SOCIALE E WELFARE 250mila euro per il sostegno dell’invecchiamento attivo; 180mila euro per il reinserimento delle persone sottoposte a provvedimenti dell’Autorità giudiziaria limitativi o privativi delle libertà personali; 50mila euro per il sostegno degli oratori; 50mila euro per la Fondazione Umbria contro l'usura; 70mila euro per la cooperazione. 

SANITÀ è previsto un incremento di 2 milioni di euro nel 2023 e di 1,5 milioni nel 2024 e 2025 per gli indennizzi dovuti ai soggetti danneggiati a seguito di trasfusioni; oltre 3 milioni 200mila euro per il cofinanziamento del programma 2023 di edilizia sanitaria e ammodernamento tecnologico del patrimonio sanitario pubblico. 

SVILUPPO ECONOMICO 50mila euro per l’artigianato; 15mila per la tutela dei consumatori; 30mila euro all’anno per le edicole nei comuni del cratere; 300mila euro per le Unioni dei Comuni; 150mila euro nel 2023 e 110mila nel 2024 e 2025 per la promozione e il sostegno delle comunità energetiche rinnovabili. 

AMBIENTE E TERRITORIO ci sono 2 milioni di euro per il 2024 e 2025 per interventi in materia di efficientamento energetico degli edifici pubblici e di edilizia residenziale pubblica; 1,5 milioni di euro nel 2024 e 2025 per gli interventi di manutenzione straordinaria sui corsi d’acqua.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Governo Tesei | Approvata la finanziaria regionale 2023-2025: in pillole tutti gli obiettivi, gli investimenti e la visione

PerugiaToday è in caricamento