rotate-mobile
Giovedì, 2 Febbraio 2023
Politica

AMMINISTRATIVE 2023 | Azione Umbria delibera le alleanze e le strategie per Umbertide, Terni e Corciano

Leonelli lancia il summit per il programma... aperto a tutti. E alle Regionali l'ipotesi di un Terzo Polo autonomo

Saranno due anni intensi, politicamente parlando, per l'Umbria: le amministrative in grandi comuni come Terni, Corciano e Umbertide previste per quest'anno, insieme a comuni importanti come Passignano, Trevi e Cannara. Poi il 2024 con le piazze ambite come Perugia e Regione. Azione, motore del Terzo Polo a livello nazionale, ha deciso nell'ultima assemblea regionale, di muove le acque e iniziare a preparare contenuti e alleanze per queste sfide.

Il segretario regionale Giacomo Leonelli ha lanciato una conferenza programmatica regionale per scrivere un programma per l'Umbria e per i territori alternativo  al governo della destra (considerato fallimentare in particolare su Sanità ed Economia) e della retorica di "un’opposizione spesso settaria a aprioristica, da noi si aspetta”. "Le nostre attività - ha ribadito Leonelli - a cominciare proprio dalla conferenza programmatica, saranno aperte a tutti coloro che, anche senza la tessera di Azione in tasca, vorranno dare il proprio contribuito al futuro soggetto politico su cui tutti stiamo lavorando”. Un chiaro rilancio del progetto terzo polo alle regionali e nei maggiori comuni dell'Umbria - rinnovando l'alleanza si con l'Italia Viva - ma non in tutti. Alle elezioni amministrative l’assemblea ha assunto un orientamento chiaro: “Su Terni e Umbertide metteremo in campo un progetto autonomo con un candidato Sindaco capace di rappresentare la nostra idea di buon governo della città. Se altre forze politiche o civiche, oltre a quelle che in queste settimane hanno già lavorato con noi, vorranno condividere tale progetto saremo a disposizione per un confronto sano e costruttivo".


Su Corciano, secondo Azione, invece c’è una coalizione uscente che riteniamo abbia ben governato e un candidato sindaco che è la naturale prosecuzione di quel percorso, cioè il vicesindaco Pierotti. "Se il PD avesse intenzione di procedere su questa strada definisca rapidamente il perimetro della coalizione. È chiaro che se dovessero esserci forze politiche incompatibili con la nostra è che osteggiano le nostre proposte (dal fermo sostegno all’Ucraina fino al si ai termovalorizzatori) saremmo costretti a mettere in campo un progetto autonomo”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

AMMINISTRATIVE 2023 | Azione Umbria delibera le alleanze e le strategie per Umbertide, Terni e Corciano

PerugiaToday è in caricamento