Finalmente gran parte dell'Umbria può ritornare a lavorare e a vivere: ecco l'ordinanza Fase 2

Ecco le attività che riaprono da domattina e cosa sarà permesso fare in fatto di tempo libero e sport

Alla fine, dopo proclami ma zero firme ufficiali, il Governo ha approvato il decreto legge per le riaperture - basato sulle indicazioni delle Regione - e così la Regione Umbria ha potuto firmare l'ordinanza che era preparata da giorni. Come sempre arriva il via libera, su negozi e attività e protocolli di sicurezza, a poche ore praticamente dall'apertura di domani. La cosa positiva è che finalmente si riapre. Si prova a tornare alla normalità anche se la crisi economica ha fatto danni devastanti e molte famiglie sono alle prese ancora con il mancato invio della cassa integrazione efinanziamenti alle imprese promessi dal Governo arrivano con il contagocce. Comunque si riparte, in sicurezza ma si riparte. 

Ecco chi può riaprire in sicurezza da domani.

1)Commercio al dettaglio ad eccezione delle attività di commercio ambulante come individuate nell’allegato 1 alla presente ordinanza;
2) attività di parrucchieri e barbieri nonché centri estetici, centri massaggi e altri servizi alla persona, ad eccezione delle attività di centri di benessere fisico, stabilimenti termali,
3) pubblici esercizi, bar e attività di ristorazione;
4) agenzie di viaggio, tour operator, servizi di prenotazione turistica, guide turistiche ed attività connesse;
5) autoscuole, stabilendo inoltre che a decorrere dal 20 maggio 2020 potranno essere realizzati corsi abilitanti e le prove teoriche e pratiche.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A decorrere da 18 maggio 2020 sono inoltre consentiti: lo svolgimento di attività sportive individuali all’aperto, anche presso strutture e centri sportivi, nel rispetto delle misure di sanificazione e distanziamento fisico tra gli atleti, nonché tra atleti, addetti e istruttori, con esclusione di utilizzo degli spogliatoi, piscine, palestre, luoghi di socializzazione comunque denominati;
− l’attività nautica di diporto;
− il pilotaggio di aerei ultraleggeri;
− l’attività di pesca nelle acque interne (fiumi, laghi naturali e artificiali);
− l’attività di allenamento e di addestramento di animali in zone ed aree specificamente attrezzate, in forma individuale da parte dei proprietari o degli allevatori e addestratori; l’equitazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carlo Acutis, tante le richieste di visita: posticipata la chiusura della tomba del beato

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 18 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 14 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 15 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 16 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Flash | Ordinanza regionale della Tesei: alternanza lezioni a distanza e da casa per studenti delle Superiori

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento